Welfare o diritto alla città? Sguardi e voci plurali nell’esercizio di forme di cittadinanza attiva

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

In che modo si trasformano o adattano spazi, storie e soggetti del welfare a fronte del mutare degli assetti sociali e della natura (e ruolo) delle istituzioni pubbliche? O, di contro, quali caratteristiche ed efficacia possono continuare ad assumere tradizionali forme di politiche sociali all’interno di strutturali modifiche della composizione/natura della città contemporanea? Il presente contributo si confronta con tali domande illustrando alcune esperienze che, pur nei loro limiti, tentano di tracciare ipotesi alternative, a partire dalla presa d’atto di modifiche sostanziali della struttura sociale da una parte, e di diffuso disinteresse dei soggetti pubblici (tradizionali) dall’altra.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteSpazi, storie e soggetti del welfare Sul ruolo delle politiche di welfare state nella costruzione della città
Pagine89-98
Numero di pagine10
Stato di pubblicazionePublished - 2012

Serie di pubblicazioni

NomeARCHITETTURA, URBANISTICA, AMBIENTE

Cita questo

Lo Piccolo, F. (2012). Welfare o diritto alla città? Sguardi e voci plurali nell’esercizio di forme di cittadinanza attiva. In Spazi, storie e soggetti del welfare Sul ruolo delle politiche di welfare state nella costruzione della città (pagg. 89-98). (ARCHITETTURA, URBANISTICA, AMBIENTE).