Volevamo braccia, sono arrivati uomini.

Risultato della ricerca: Article

Abstract

Nel commentare la sentenza della Corte costituzionale del 18 ottobre n. 209 del 2010, si evidenziano i nodi problematici relativi all'intrecciarsi di competenze statali e regionali in materia di diritti prestazionali agli stranieri (su cui la sentenza fa permanere zone d'ombra) e si sottolineano alcuni apprezzabili passaggi della sentenza in commento che valorizzano la centralità della persona a dispettto della posizione del soggetto rispetto alle norme che regolano l'ingresso e il soggiorno in un territorio diverso da quello di appartenenza.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)763-770
Numero di pagine7
RivistaNUOVE AUTONOMIE
Volume3/2010
Stato di pubblicazionePublished - 2011

Cita questo