Variazioni di setting in situazioni di clinica transculturale. Il gruppo come dispositivo naturale culturale di cura.

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Nel lavoro viene esplorata la possibilità di utilizzare dispositivi clinici di gruppo con pazienti migranti in situazione interculturale. Il setting di gruppo in quanto rievocativo della dimensione gruppale della personalità di pazienti provenienti da regioni a cultura tradizionale, si rivela il mezzo più idoneo a fare emergere la componente collettiva e a richiamare la lingua dei pazienti.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteIl gruppo come modalità di lavoro psicologico-clinico
Pagine17-25
Stato di pubblicazionePublished - 2005

Cita questo

Variazioni di setting in situazioni di clinica transculturale. Il gruppo come dispositivo naturale culturale di cura. / Profita, Gabriele.

Il gruppo come modalità di lavoro psicologico-clinico. 2005. pag. 17-25.

Risultato della ricerca: Chapter

@inbook{2d1cd736700e42f1b2571f7c34a5a890,
title = "Variazioni di setting in situazioni di clinica transculturale. Il gruppo come dispositivo naturale culturale di cura.",
abstract = "Nel lavoro viene esplorata la possibilit{\`a} di utilizzare dispositivi clinici di gruppo con pazienti migranti in situazione interculturale. Il setting di gruppo in quanto rievocativo della dimensione gruppale della personalit{\`a} di pazienti provenienti da regioni a cultura tradizionale, si rivela il mezzo pi{\`u} idoneo a fare emergere la componente collettiva e a richiamare la lingua dei pazienti.",
author = "Gabriele Profita",
year = "2005",
language = "Italian",
isbn = "887959317X",
pages = "17--25",
booktitle = "Il gruppo come modalit{\`a} di lavoro psicologico-clinico",

}

TY - CHAP

T1 - Variazioni di setting in situazioni di clinica transculturale. Il gruppo come dispositivo naturale culturale di cura.

AU - Profita, Gabriele

PY - 2005

Y1 - 2005

N2 - Nel lavoro viene esplorata la possibilità di utilizzare dispositivi clinici di gruppo con pazienti migranti in situazione interculturale. Il setting di gruppo in quanto rievocativo della dimensione gruppale della personalità di pazienti provenienti da regioni a cultura tradizionale, si rivela il mezzo più idoneo a fare emergere la componente collettiva e a richiamare la lingua dei pazienti.

AB - Nel lavoro viene esplorata la possibilità di utilizzare dispositivi clinici di gruppo con pazienti migranti in situazione interculturale. Il setting di gruppo in quanto rievocativo della dimensione gruppale della personalità di pazienti provenienti da regioni a cultura tradizionale, si rivela il mezzo più idoneo a fare emergere la componente collettiva e a richiamare la lingua dei pazienti.

UR - http://hdl.handle.net/10447/4866

M3 - Chapter

SN - 887959317X

SP - 17

EP - 25

BT - Il gruppo come modalità di lavoro psicologico-clinico

ER -