Valutazione sperimentale della durabilità di intonaci finalizzata alla manutenzione programmata

Risultato della ricerca: Paper

Abstract

La Legge 109/94 ha imposto per i nuovi interventi pubblici, la programmazione della manutenzione da redigersi in fase di progettazione esecutiva. La fase di gestione del bene edilizio assume, infatti, un’importanza strategica, nell’ottica di una ragionevole durata di vita utile espletata in un equilibrato rapporto qualità-costo globale, per la sostenibilità dell’intervento. Un contributo in tal senso è costituito dal contenimento nel consumo di risorse e di materie prime conseguibile attraverso il miglioramento del requisito di durabilità dell’edificio e delle sue parti, cosa possibile se si conosce il comportamento nel tempo di componenti e sistemi edilizi contestualizzati. Ciò vale anche per gli interventi sul patrimonio edilizio pubblico esistente, specie se privi di un programma di manutenzione. Il presente contributo, prendendo spunto da un intervento di manutenzione “a guasto avvenuto” su un fabbricato della Facoltà di Ingegneria di Palermo, tratta delle innovazioni di processo introdotte in fase di gestione del bene edilizio, finalizzate ad un passaggio verso strategie di intervento di tipo preventivo. Oltre alla raccolta dei dati informativi (edificio, intervento, materiali adoperati, etc.) è stato predisposto un sistema di punti di osservazione per il monitoraggio del comportamento nel tempo della superficie dell’involucro con particolare riguardo allo strato di finitura dell’intonaco e al relativo colore, da valutare in funzione della diversa natura e spessori degli strati di supporto e della diversa esposizione agli agenti atmosferici. Lo studio, che segue la metodologia della ISO 15686, prevede anche prove di invecchiamento accelerato su campioni di materiali diversi, allo scopo di formulare ipotesi sulla evoluzione dei fenomeni di degrado nell’ottica di una programmazione della manutenzione.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2010

Cita questo

@conference{97d5329aeb004d9994c7826aeb8262f3,
title = "Valutazione sperimentale della durabilit{\`a} di intonaci finalizzata alla manutenzione programmata",
abstract = "La Legge 109/94 ha imposto per i nuovi interventi pubblici, la programmazione della manutenzione da redigersi in fase di progettazione esecutiva. La fase di gestione del bene edilizio assume, infatti, un’importanza strategica, nell’ottica di una ragionevole durata di vita utile espletata in un equilibrato rapporto qualit{\`a}-costo globale, per la sostenibilit{\`a} dell’intervento. Un contributo in tal senso {\`e} costituito dal contenimento nel consumo di risorse e di materie prime conseguibile attraverso il miglioramento del requisito di durabilit{\`a} dell’edificio e delle sue parti, cosa possibile se si conosce il comportamento nel tempo di componenti e sistemi edilizi contestualizzati. Ci{\`o} vale anche per gli interventi sul patrimonio edilizio pubblico esistente, specie se privi di un programma di manutenzione. Il presente contributo, prendendo spunto da un intervento di manutenzione “a guasto avvenuto” su un fabbricato della Facolt{\`a} di Ingegneria di Palermo, tratta delle innovazioni di processo introdotte in fase di gestione del bene edilizio, finalizzate ad un passaggio verso strategie di intervento di tipo preventivo. Oltre alla raccolta dei dati informativi (edificio, intervento, materiali adoperati, etc.) {\`e} stato predisposto un sistema di punti di osservazione per il monitoraggio del comportamento nel tempo della superficie dell’involucro con particolare riguardo allo strato di finitura dell’intonaco e al relativo colore, da valutare in funzione della diversa natura e spessori degli strati di supporto e della diversa esposizione agli agenti atmosferici. Lo studio, che segue la metodologia della ISO 15686, prevede anche prove di invecchiamento accelerato su campioni di materiali diversi, allo scopo di formulare ipotesi sulla evoluzione dei fenomeni di degrado nell’ottica di una programmazione della manutenzione.",
keywords = "Durabilit{\`a}, manutenzione programmata, intonaco, colore",
author = "Giuseppe Alaimo and Daniele Enea",
year = "2010",
language = "Italian",

}

TY - CONF

T1 - Valutazione sperimentale della durabilità di intonaci finalizzata alla manutenzione programmata

AU - Alaimo, Giuseppe

AU - Enea, Daniele

PY - 2010

Y1 - 2010

N2 - La Legge 109/94 ha imposto per i nuovi interventi pubblici, la programmazione della manutenzione da redigersi in fase di progettazione esecutiva. La fase di gestione del bene edilizio assume, infatti, un’importanza strategica, nell’ottica di una ragionevole durata di vita utile espletata in un equilibrato rapporto qualità-costo globale, per la sostenibilità dell’intervento. Un contributo in tal senso è costituito dal contenimento nel consumo di risorse e di materie prime conseguibile attraverso il miglioramento del requisito di durabilità dell’edificio e delle sue parti, cosa possibile se si conosce il comportamento nel tempo di componenti e sistemi edilizi contestualizzati. Ciò vale anche per gli interventi sul patrimonio edilizio pubblico esistente, specie se privi di un programma di manutenzione. Il presente contributo, prendendo spunto da un intervento di manutenzione “a guasto avvenuto” su un fabbricato della Facoltà di Ingegneria di Palermo, tratta delle innovazioni di processo introdotte in fase di gestione del bene edilizio, finalizzate ad un passaggio verso strategie di intervento di tipo preventivo. Oltre alla raccolta dei dati informativi (edificio, intervento, materiali adoperati, etc.) è stato predisposto un sistema di punti di osservazione per il monitoraggio del comportamento nel tempo della superficie dell’involucro con particolare riguardo allo strato di finitura dell’intonaco e al relativo colore, da valutare in funzione della diversa natura e spessori degli strati di supporto e della diversa esposizione agli agenti atmosferici. Lo studio, che segue la metodologia della ISO 15686, prevede anche prove di invecchiamento accelerato su campioni di materiali diversi, allo scopo di formulare ipotesi sulla evoluzione dei fenomeni di degrado nell’ottica di una programmazione della manutenzione.

AB - La Legge 109/94 ha imposto per i nuovi interventi pubblici, la programmazione della manutenzione da redigersi in fase di progettazione esecutiva. La fase di gestione del bene edilizio assume, infatti, un’importanza strategica, nell’ottica di una ragionevole durata di vita utile espletata in un equilibrato rapporto qualità-costo globale, per la sostenibilità dell’intervento. Un contributo in tal senso è costituito dal contenimento nel consumo di risorse e di materie prime conseguibile attraverso il miglioramento del requisito di durabilità dell’edificio e delle sue parti, cosa possibile se si conosce il comportamento nel tempo di componenti e sistemi edilizi contestualizzati. Ciò vale anche per gli interventi sul patrimonio edilizio pubblico esistente, specie se privi di un programma di manutenzione. Il presente contributo, prendendo spunto da un intervento di manutenzione “a guasto avvenuto” su un fabbricato della Facoltà di Ingegneria di Palermo, tratta delle innovazioni di processo introdotte in fase di gestione del bene edilizio, finalizzate ad un passaggio verso strategie di intervento di tipo preventivo. Oltre alla raccolta dei dati informativi (edificio, intervento, materiali adoperati, etc.) è stato predisposto un sistema di punti di osservazione per il monitoraggio del comportamento nel tempo della superficie dell’involucro con particolare riguardo allo strato di finitura dell’intonaco e al relativo colore, da valutare in funzione della diversa natura e spessori degli strati di supporto e della diversa esposizione agli agenti atmosferici. Lo studio, che segue la metodologia della ISO 15686, prevede anche prove di invecchiamento accelerato su campioni di materiali diversi, allo scopo di formulare ipotesi sulla evoluzione dei fenomeni di degrado nell’ottica di una programmazione della manutenzione.

KW - Durabilità, manutenzione programmata, intonaco, colore

UR - http://hdl.handle.net/10447/51966

M3 - Paper

ER -