Valutazione dell’insulino-sensibilità tramite clamp euglicemico iperinsulinemico in bambini in terapia sostitutiva con GH.

Risultato della ricerca: Other

Abstract

Background I dati sugli effetti della terapia sostitutiva con ormone somatotropo (GH) sull’insulino-sensibilità sono variabili e talora discordanti tra loro e per gran parte ricavati dall’utilizzo di indici surrogati basali, come Homa-IR, o derivati dall’OGTT, come ISI Matsuda.Scopo Valutare la variazione dell’insulino-sensibilità in un gruppo di pazienti affetti da deficit di GH (GHD) pediatrico confrontando i suddetti indici con il clamp euglicemico iperinsuliemico.Materiali e Metodi In 20 bambini affetti da GHD idiopatico isolato alla diagnosi e dopo 12 mesi di terapia con GH e in 10 controlli con bassa statura costituzionale, oltre ai classici parametri clinico-auxologici (statura, BMI, CV), sono stati valutati glicemia e insulinemia a digiuno e durante OGTT, HbA1c, HomaIR, ISI e M-value clamp-derivato.Risultati: In baseline i bambini GHD, rispetto ai controlli, presentavano valori significativamente più bassi di velocità di crescita staturale (p=0.002), picco di GH dopo i 2 test di stimolo (entrambe p<0.001) e IGF-1 (p<0.001), mentre non si è evidenziata nessuna differenza nei parametri metabolici. Dopo 12 mesi di trattamento tutti i pazienti hanno mostrato, oltre ad un miglioramento significativo della statura (-1.8 ± 0.1 vs. -2.2 ± 0.2 DS; p<0.001) e dei livelli di IGF-1 (155 ± 31 vs. 91.5 ± 34.6 µg/dl; p<0.001), un aumento significativo di insulinemia a digiuno (9.3 ± 5.3 vs. 4.3 ± 2.1 UI/ml; p<0.001) e HomaIR (2 ± 1.1 vs. 0.9 ± 0.5; p<0.001) con una contestuale riduzione di ISI (5.1 ± 1.9 vs. 10.7 ± 3.7; p<0.001) e M-value (3.5 ± 0.8 vs. 4.8 ± 0.5; p<0.001), senza cambiamenti significativi di glicemia a digiuno, HbA1c, BMI e CV. Tuttavia, M-value ha mostrato una correlazione diretta significativa soltanto con ISI sia in baseline (r 0.549, p=0.012) che a 12 mesi (r 0.749, p<0.001).Conclusioni: I risultati di questo studio, seppur derivanti da una piccola casistica di pazienti e da un breve follow-up, confermano che nei bambini GHD la terapia con GH, seppur priva di effetti negativi su glicemia e HbA1c, è associata ad una riduzione dell’insulino-sensibilità la quale andrebbe sempre valutata con l’ISI, che rappresenta l’unico indice surrogato attendibile e ben correlato con il gold standard clamp.
Lingua originaleItalian
Numero di pagine1
Stato di pubblicazionePublished - 2018

Cita questo

@conference{d8b7e452878b44aea2964f2446597635,
title = "Valutazione dell’insulino-sensibilit{\`a} tramite clamp euglicemico iperinsulinemico in bambini in terapia sostitutiva con GH.",
abstract = "Background I dati sugli effetti della terapia sostitutiva con ormone somatotropo (GH) sull’insulino-sensibilit{\`a} sono variabili e talora discordanti tra loro e per gran parte ricavati dall’utilizzo di indici surrogati basali, come Homa-IR, o derivati dall’OGTT, come ISI Matsuda.Scopo Valutare la variazione dell’insulino-sensibilit{\`a} in un gruppo di pazienti affetti da deficit di GH (GHD) pediatrico confrontando i suddetti indici con il clamp euglicemico iperinsuliemico.Materiali e Metodi In 20 bambini affetti da GHD idiopatico isolato alla diagnosi e dopo 12 mesi di terapia con GH e in 10 controlli con bassa statura costituzionale, oltre ai classici parametri clinico-auxologici (statura, BMI, CV), sono stati valutati glicemia e insulinemia a digiuno e durante OGTT, HbA1c, HomaIR, ISI e M-value clamp-derivato.Risultati: In baseline i bambini GHD, rispetto ai controlli, presentavano valori significativamente pi{\`u} bassi di velocit{\`a} di crescita staturale (p=0.002), picco di GH dopo i 2 test di stimolo (entrambe p<0.001) e IGF-1 (p<0.001), mentre non si {\`e} evidenziata nessuna differenza nei parametri metabolici. Dopo 12 mesi di trattamento tutti i pazienti hanno mostrato, oltre ad un miglioramento significativo della statura (-1.8 ± 0.1 vs. -2.2 ± 0.2 DS; p<0.001) e dei livelli di IGF-1 (155 ± 31 vs. 91.5 ± 34.6 µg/dl; p<0.001), un aumento significativo di insulinemia a digiuno (9.3 ± 5.3 vs. 4.3 ± 2.1 UI/ml; p<0.001) e HomaIR (2 ± 1.1 vs. 0.9 ± 0.5; p<0.001) con una contestuale riduzione di ISI (5.1 ± 1.9 vs. 10.7 ± 3.7; p<0.001) e M-value (3.5 ± 0.8 vs. 4.8 ± 0.5; p<0.001), senza cambiamenti significativi di glicemia a digiuno, HbA1c, BMI e CV. Tuttavia, M-value ha mostrato una correlazione diretta significativa soltanto con ISI sia in baseline (r 0.549, p=0.012) che a 12 mesi (r 0.749, p<0.001).Conclusioni: I risultati di questo studio, seppur derivanti da una piccola casistica di pazienti e da un breve follow-up, confermano che nei bambini GHD la terapia con GH, seppur priva di effetti negativi su glicemia e HbA1c, {\`e} associata ad una riduzione dell’insulino-sensibilit{\`a} la quale andrebbe sempre valutata con l’ISI, che rappresenta l’unico indice surrogato attendibile e ben correlato con il gold standard clamp.",
author = "Alessandro Ciresi and Carla Giordano and Valentina Guarnotta",
year = "2018",
language = "Italian",

}

TY - CONF

T1 - Valutazione dell’insulino-sensibilità tramite clamp euglicemico iperinsulinemico in bambini in terapia sostitutiva con GH.

AU - Ciresi, Alessandro

AU - Giordano, Carla

AU - Guarnotta, Valentina

PY - 2018

Y1 - 2018

N2 - Background I dati sugli effetti della terapia sostitutiva con ormone somatotropo (GH) sull’insulino-sensibilità sono variabili e talora discordanti tra loro e per gran parte ricavati dall’utilizzo di indici surrogati basali, come Homa-IR, o derivati dall’OGTT, come ISI Matsuda.Scopo Valutare la variazione dell’insulino-sensibilità in un gruppo di pazienti affetti da deficit di GH (GHD) pediatrico confrontando i suddetti indici con il clamp euglicemico iperinsuliemico.Materiali e Metodi In 20 bambini affetti da GHD idiopatico isolato alla diagnosi e dopo 12 mesi di terapia con GH e in 10 controlli con bassa statura costituzionale, oltre ai classici parametri clinico-auxologici (statura, BMI, CV), sono stati valutati glicemia e insulinemia a digiuno e durante OGTT, HbA1c, HomaIR, ISI e M-value clamp-derivato.Risultati: In baseline i bambini GHD, rispetto ai controlli, presentavano valori significativamente più bassi di velocità di crescita staturale (p=0.002), picco di GH dopo i 2 test di stimolo (entrambe p<0.001) e IGF-1 (p<0.001), mentre non si è evidenziata nessuna differenza nei parametri metabolici. Dopo 12 mesi di trattamento tutti i pazienti hanno mostrato, oltre ad un miglioramento significativo della statura (-1.8 ± 0.1 vs. -2.2 ± 0.2 DS; p<0.001) e dei livelli di IGF-1 (155 ± 31 vs. 91.5 ± 34.6 µg/dl; p<0.001), un aumento significativo di insulinemia a digiuno (9.3 ± 5.3 vs. 4.3 ± 2.1 UI/ml; p<0.001) e HomaIR (2 ± 1.1 vs. 0.9 ± 0.5; p<0.001) con una contestuale riduzione di ISI (5.1 ± 1.9 vs. 10.7 ± 3.7; p<0.001) e M-value (3.5 ± 0.8 vs. 4.8 ± 0.5; p<0.001), senza cambiamenti significativi di glicemia a digiuno, HbA1c, BMI e CV. Tuttavia, M-value ha mostrato una correlazione diretta significativa soltanto con ISI sia in baseline (r 0.549, p=0.012) che a 12 mesi (r 0.749, p<0.001).Conclusioni: I risultati di questo studio, seppur derivanti da una piccola casistica di pazienti e da un breve follow-up, confermano che nei bambini GHD la terapia con GH, seppur priva di effetti negativi su glicemia e HbA1c, è associata ad una riduzione dell’insulino-sensibilità la quale andrebbe sempre valutata con l’ISI, che rappresenta l’unico indice surrogato attendibile e ben correlato con il gold standard clamp.

AB - Background I dati sugli effetti della terapia sostitutiva con ormone somatotropo (GH) sull’insulino-sensibilità sono variabili e talora discordanti tra loro e per gran parte ricavati dall’utilizzo di indici surrogati basali, come Homa-IR, o derivati dall’OGTT, come ISI Matsuda.Scopo Valutare la variazione dell’insulino-sensibilità in un gruppo di pazienti affetti da deficit di GH (GHD) pediatrico confrontando i suddetti indici con il clamp euglicemico iperinsuliemico.Materiali e Metodi In 20 bambini affetti da GHD idiopatico isolato alla diagnosi e dopo 12 mesi di terapia con GH e in 10 controlli con bassa statura costituzionale, oltre ai classici parametri clinico-auxologici (statura, BMI, CV), sono stati valutati glicemia e insulinemia a digiuno e durante OGTT, HbA1c, HomaIR, ISI e M-value clamp-derivato.Risultati: In baseline i bambini GHD, rispetto ai controlli, presentavano valori significativamente più bassi di velocità di crescita staturale (p=0.002), picco di GH dopo i 2 test di stimolo (entrambe p<0.001) e IGF-1 (p<0.001), mentre non si è evidenziata nessuna differenza nei parametri metabolici. Dopo 12 mesi di trattamento tutti i pazienti hanno mostrato, oltre ad un miglioramento significativo della statura (-1.8 ± 0.1 vs. -2.2 ± 0.2 DS; p<0.001) e dei livelli di IGF-1 (155 ± 31 vs. 91.5 ± 34.6 µg/dl; p<0.001), un aumento significativo di insulinemia a digiuno (9.3 ± 5.3 vs. 4.3 ± 2.1 UI/ml; p<0.001) e HomaIR (2 ± 1.1 vs. 0.9 ± 0.5; p<0.001) con una contestuale riduzione di ISI (5.1 ± 1.9 vs. 10.7 ± 3.7; p<0.001) e M-value (3.5 ± 0.8 vs. 4.8 ± 0.5; p<0.001), senza cambiamenti significativi di glicemia a digiuno, HbA1c, BMI e CV. Tuttavia, M-value ha mostrato una correlazione diretta significativa soltanto con ISI sia in baseline (r 0.549, p=0.012) che a 12 mesi (r 0.749, p<0.001).Conclusioni: I risultati di questo studio, seppur derivanti da una piccola casistica di pazienti e da un breve follow-up, confermano che nei bambini GHD la terapia con GH, seppur priva di effetti negativi su glicemia e HbA1c, è associata ad una riduzione dell’insulino-sensibilità la quale andrebbe sempre valutata con l’ISI, che rappresenta l’unico indice surrogato attendibile e ben correlato con il gold standard clamp.

UR - http://hdl.handle.net/10447/289969

M3 - Other

ER -