Valutazione del metodo “attract and kill” con eco-trap nel controllo della mosca delle olive Bactrocera oleae Gmelin.

Risultato della ricerca: Other

Abstract

Il lavoro è stato svolto in quattro aziende a conduzione biologica della Sicilia occidentaleavvalendosi delle risorse finanziarie istituite dal MiPAF, con il “Fondo per lo sviluppodell’agricoltura biologica e di qualità” ed in ambito regionale dall’attuazione da parte delServizio IV dell’Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste del “Progetto di Sviluppodell’Agricoltura biologica in Sicilia” sottoprogetto “Gestione fitosanitariadell’agrosistema olivo”. Vengono riportati i dati inerenti l’efficacia del metodo “attractand kill” nei confronti delle infestazioni della mosca delle olive. In ciascuna delle quattroaziende, tre situate in zone collinari (indicate con A, B e C) e una a livello del mare(indicata con D), sono state individuate delle parcelle di 2ha in A e B, seguite nel 2006 enel 2007, e di 100 piante in B e C, seguite nel 2008, dove sono state poste delle eco-trap(Vioryl) così distribuite: azienda A tesi con 100 trappole/ha, azienda B tesi 1 con 100trappole/ha e tesi 2 con 150 trappole /ha, aziende C e D tesi con 1 trappola/pianta. Pertutte le tesi sono state predisposte parcelle testimone e in tutte le parcelle sono state postetrappole a feromone in numero di 3/ha. Inoltre, sono stati rilevati i livelli di infestazioneattraverso campionamenti settimanali di 100 drupe/ha per ciascuna parcella.I risultati ottenuti mostrano che nelle aziende A e B il numero di catture è sempre statomaggiore sul testimone rispetto alle tesi. Nell’azienda C, il numero di catture iniziatenella I decade di agosto,è stato superiore sulla tesi sino alla fine di settembre e da questadata in poi, sul testimone. Nell’azienda D, le catture sono state rilevate solo sulla tesidalla fine di agosto sino a fine settembre e quasi esclusivamente sul testimone da inizioottobre sino alla raccolta. L’infestazione attiva nel 2006 nelle aziende A e B ha mostratovalori sul testimone quasi sempre superiori a quelli della tesi, con andamentodecrescente nell’azienda B. Nel 2007 nell’azienda A l’infestazione è stata quasi assente,mentre nell’azienda B è stata simile sulle due tesi ma sempre inferiore a quella sultestimone. Nel 2008, l’infestazione attiva rilevata nell’azienda C e nell’azienda D è statasempre inferiore sulla tesi rispetto al testimone con valori, però, nettamente più bassinell’azienda D.E’ da rilevare che i livelli di infestazione registrati sulle tesi con eco-trap non si sonodiscostati in modo apprezzabile da quelli rilevati sui testimoni.
Lingua originaleItalian
Pagine212-212
Numero di pagine1
Stato di pubblicazionePublished - 2009

Cita questo