Valutazione del legamento intermalleolare posteriore (LIMP) normale e patologico con RM dedicata da 1T (Orthone). Studio preliminare.

Risultato della ricerca: Other

Abstract

OBIETTIVO:Identificare il legamento intermalleolare posteriore (LIMP) della caviglia in pazienti sani e con sindrome da impingement posteriore della caviglia mediante una macchina di RM dedicata ad alto campo (1T).MATERIALE E METODI:Sono stati rivalutati retrospettivamente 118 pazienti (68 maschi e 50 femmine; range di età: 11-78 anni; età media: 39 anni), sottoposti ad esame RM della caviglia con macchina RM dedicata da 1T (Orthone, Oni Medical Systerms) nel periodo maggio 2006 – gennaio 2007, in cui è stata acquisita almeno una scansione coronale (GE-2D o FSE-T2 pesata).RISULTATI:Il LIMP è stato identificato con certezza in 66 pazienti (59%) come una banda sottile o come due strisce parallele sulle immagini coronali, e come una struttura lineare sulle immagini assiali. In alcuni casi è stato possibile visualizzare un assottigliamento o un’iperintensità lungo il decorso di tale legamento, segno di sindrome da impingement. In 32 pazienti il LIMP non è stato identificato con certezza, mentre nei restanti 20 pazienti non era presente.CONCLUSIONI:Contrariamente ad altre macchine RM dedicate a basso campo, la RM dedicata ad alto campo permette di visualizzare in maniera ottimale, nella maggioranza dei pazienti, il LIMP normale o patologico, risultando così utile nella diagnosi differenziale tra le cause della sindrome da impingement posteriore.
Lingua originaleItalian
Pagine15-15
Numero di pagine1
Stato di pubblicazionePublished - 2007

Cita questo

@conference{92b05aea26a341139be7281e07a01a1e,
title = "Valutazione del legamento intermalleolare posteriore (LIMP) normale e patologico con RM dedicata da 1T (Orthone). Studio preliminare.",
abstract = "OBIETTIVO:Identificare il legamento intermalleolare posteriore (LIMP) della caviglia in pazienti sani e con sindrome da impingement posteriore della caviglia mediante una macchina di RM dedicata ad alto campo (1T).MATERIALE E METODI:Sono stati rivalutati retrospettivamente 118 pazienti (68 maschi e 50 femmine; range di et{\`a}: 11-78 anni; et{\`a} media: 39 anni), sottoposti ad esame RM della caviglia con macchina RM dedicata da 1T (Orthone, Oni Medical Systerms) nel periodo maggio 2006 – gennaio 2007, in cui {\`e} stata acquisita almeno una scansione coronale (GE-2D o FSE-T2 pesata).RISULTATI:Il LIMP {\`e} stato identificato con certezza in 66 pazienti (59{\%}) come una banda sottile o come due strisce parallele sulle immagini coronali, e come una struttura lineare sulle immagini assiali. In alcuni casi {\`e} stato possibile visualizzare un assottigliamento o un’iperintensit{\`a} lungo il decorso di tale legamento, segno di sindrome da impingement. In 32 pazienti il LIMP non {\`e} stato identificato con certezza, mentre nei restanti 20 pazienti non era presente.CONCLUSIONI:Contrariamente ad altre macchine RM dedicate a basso campo, la RM dedicata ad alto campo permette di visualizzare in maniera ottimale, nella maggioranza dei pazienti, il LIMP normale o patologico, risultando cos{\`i} utile nella diagnosi differenziale tra le cause della sindrome da impingement posteriore.",
keywords = "Legamento intermalleolare posteriore, Risonanza Magnetica",
author = "Raffaello Sutera and Angelo Iovane",
year = "2007",
language = "Italian",
pages = "15--15",

}

TY - CONF

T1 - Valutazione del legamento intermalleolare posteriore (LIMP) normale e patologico con RM dedicata da 1T (Orthone). Studio preliminare.

AU - Sutera, Raffaello

AU - Iovane, Angelo

PY - 2007

Y1 - 2007

N2 - OBIETTIVO:Identificare il legamento intermalleolare posteriore (LIMP) della caviglia in pazienti sani e con sindrome da impingement posteriore della caviglia mediante una macchina di RM dedicata ad alto campo (1T).MATERIALE E METODI:Sono stati rivalutati retrospettivamente 118 pazienti (68 maschi e 50 femmine; range di età: 11-78 anni; età media: 39 anni), sottoposti ad esame RM della caviglia con macchina RM dedicata da 1T (Orthone, Oni Medical Systerms) nel periodo maggio 2006 – gennaio 2007, in cui è stata acquisita almeno una scansione coronale (GE-2D o FSE-T2 pesata).RISULTATI:Il LIMP è stato identificato con certezza in 66 pazienti (59%) come una banda sottile o come due strisce parallele sulle immagini coronali, e come una struttura lineare sulle immagini assiali. In alcuni casi è stato possibile visualizzare un assottigliamento o un’iperintensità lungo il decorso di tale legamento, segno di sindrome da impingement. In 32 pazienti il LIMP non è stato identificato con certezza, mentre nei restanti 20 pazienti non era presente.CONCLUSIONI:Contrariamente ad altre macchine RM dedicate a basso campo, la RM dedicata ad alto campo permette di visualizzare in maniera ottimale, nella maggioranza dei pazienti, il LIMP normale o patologico, risultando così utile nella diagnosi differenziale tra le cause della sindrome da impingement posteriore.

AB - OBIETTIVO:Identificare il legamento intermalleolare posteriore (LIMP) della caviglia in pazienti sani e con sindrome da impingement posteriore della caviglia mediante una macchina di RM dedicata ad alto campo (1T).MATERIALE E METODI:Sono stati rivalutati retrospettivamente 118 pazienti (68 maschi e 50 femmine; range di età: 11-78 anni; età media: 39 anni), sottoposti ad esame RM della caviglia con macchina RM dedicata da 1T (Orthone, Oni Medical Systerms) nel periodo maggio 2006 – gennaio 2007, in cui è stata acquisita almeno una scansione coronale (GE-2D o FSE-T2 pesata).RISULTATI:Il LIMP è stato identificato con certezza in 66 pazienti (59%) come una banda sottile o come due strisce parallele sulle immagini coronali, e come una struttura lineare sulle immagini assiali. In alcuni casi è stato possibile visualizzare un assottigliamento o un’iperintensità lungo il decorso di tale legamento, segno di sindrome da impingement. In 32 pazienti il LIMP non è stato identificato con certezza, mentre nei restanti 20 pazienti non era presente.CONCLUSIONI:Contrariamente ad altre macchine RM dedicate a basso campo, la RM dedicata ad alto campo permette di visualizzare in maniera ottimale, nella maggioranza dei pazienti, il LIMP normale o patologico, risultando così utile nella diagnosi differenziale tra le cause della sindrome da impingement posteriore.

KW - Legamento intermalleolare posteriore

KW - Risonanza Magnetica

UR - http://hdl.handle.net/10447/58969

M3 - Other

SP - 15

EP - 15

ER -