Unione omoaffettiva e adozione

Risultato della ricerca: Article

Abstract

La legge n. 76/2016, nell’offrire un piano di regole alla relazione di coppia same-sex, non contiene previsioni specifiche riguardo all’aspetto della filiazione e dell’adozione, limitandosi a richiamare la legge n. 184/1983 soltanto per escludere la sua applicazione generale nell’ambito delle unioni omoaffettive. L’inoperatività delle norme sull’adozione legittima pone il terreno dell’adozione (e della filiazione) tra quelli che maggiormente evidenziano una disparità di trattamento con l’unione di tipo matrimoniale e dove si registra un trattamento deteriore nei confronti del nucleo familiare fondato sull’unione civile. La clausola di equivalenza contenuta al comma 20 dell’articolo unico della Legge n. 76/2016 lascia ai margini della rilevanza giuridica il travagliato profilo della c.d. stepchild adoption omoparentale, rinviando ai giudici il compito di valutare, di volta in volta, l’opportunità di riconoscere o meno tra le maglie della disciplina dell’adozione in casi particolari (stabilendone limiti e condizioni) il rapporto di genitorialità, già di fatto instauratasi, all’interno del nucleo familiare tra il partner e il figlio dell’altro partner. Law no. 76/2016 which provides a regulation for same-sex couple civil unions, does not contain any specific provision regarding filiation and adoption, merely referring to the Law on Adoption of Children no. 184/1983 only in order to exclude its general application in the context of same-sex unions. The inapplicability of the rules on legitimate adoption places the issue of adoption (and filiation) among those that most often reveal a difference in treatment with the married couple and where there is a detrimental treatment of the family based on the civil union. The equivalence clause found in paragraph 20 of the Law no. 76/2016 leaves on the margin of legal relevance the troubled profile of stepchild adoption for same-sex couples, referring to the judges the task of assessing the limits and conditions of every single case in order to recognize or deny the step-child adoption and to assess the relationship of parenthood between the child and the other partner.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)97-97
Numero di pagine11
RivistaGENIUS
Volumeanno IV, numero 2: luglio 2017
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo

Galasso, G. (2017). Unione omoaffettiva e adozione. GENIUS, anno IV, numero 2: luglio 2017, 97-97.

Unione omoaffettiva e adozione. / Galasso, Giovanni.

In: GENIUS, Vol. anno IV, numero 2: luglio 2017, 2017, pag. 97-97.

Risultato della ricerca: Article

Galasso, G 2017, 'Unione omoaffettiva e adozione', GENIUS, vol. anno IV, numero 2: luglio 2017, pagg. 97-97.
Galasso G. Unione omoaffettiva e adozione. GENIUS. 2017;anno IV, numero 2: luglio 2017:97-97.
Galasso, Giovanni. / Unione omoaffettiva e adozione. In: GENIUS. 2017 ; Vol. anno IV, numero 2: luglio 2017. pagg. 97-97.
@article{e656ef16d33e4e09bcd1b0b617e9955c,
title = "Unione omoaffettiva e adozione",
abstract = "La legge n. 76/2016, nell’offrire un piano di regole alla relazione di coppia same-sex, non contiene previsioni specifiche riguardo all’aspetto della filiazione e dell’adozione, limitandosi a richiamare la legge n. 184/1983 soltanto per escludere la sua applicazione generale nell’ambito delle unioni omoaffettive. L’inoperativit{\`a} delle norme sull’adozione legittima pone il terreno dell’adozione (e della filiazione) tra quelli che maggiormente evidenziano una disparit{\`a} di trattamento con l’unione di tipo matrimoniale e dove si registra un trattamento deteriore nei confronti del nucleo familiare fondato sull’unione civile. La clausola di equivalenza contenuta al comma 20 dell’articolo unico della Legge n. 76/2016 lascia ai margini della rilevanza giuridica il travagliato profilo della c.d. stepchild adoption omoparentale, rinviando ai giudici il compito di valutare, di volta in volta, l’opportunit{\`a} di riconoscere o meno tra le maglie della disciplina dell’adozione in casi particolari (stabilendone limiti e condizioni) il rapporto di genitorialit{\`a}, gi{\`a} di fatto instauratasi, all’interno del nucleo familiare tra il partner e il figlio dell’altro partner. Law no. 76/2016 which provides a regulation for same-sex couple civil unions, does not contain any specific provision regarding filiation and adoption, merely referring to the Law on Adoption of Children no. 184/1983 only in order to exclude its general application in the context of same-sex unions. The inapplicability of the rules on legitimate adoption places the issue of adoption (and filiation) among those that most often reveal a difference in treatment with the married couple and where there is a detrimental treatment of the family based on the civil union. The equivalence clause found in paragraph 20 of the Law no. 76/2016 leaves on the margin of legal relevance the troubled profile of stepchild adoption for same-sex couples, referring to the judges the task of assessing the limits and conditions of every single case in order to recognize or deny the step-child adoption and to assess the relationship of parenthood between the child and the other partner.",
author = "Giovanni Galasso",
year = "2017",
language = "Italian",
volume = "anno IV, numero 2: luglio 2017",
pages = "97--97",
journal = "GENIUS",
issn = "2384-9495",

}

TY - JOUR

T1 - Unione omoaffettiva e adozione

AU - Galasso, Giovanni

PY - 2017

Y1 - 2017

N2 - La legge n. 76/2016, nell’offrire un piano di regole alla relazione di coppia same-sex, non contiene previsioni specifiche riguardo all’aspetto della filiazione e dell’adozione, limitandosi a richiamare la legge n. 184/1983 soltanto per escludere la sua applicazione generale nell’ambito delle unioni omoaffettive. L’inoperatività delle norme sull’adozione legittima pone il terreno dell’adozione (e della filiazione) tra quelli che maggiormente evidenziano una disparità di trattamento con l’unione di tipo matrimoniale e dove si registra un trattamento deteriore nei confronti del nucleo familiare fondato sull’unione civile. La clausola di equivalenza contenuta al comma 20 dell’articolo unico della Legge n. 76/2016 lascia ai margini della rilevanza giuridica il travagliato profilo della c.d. stepchild adoption omoparentale, rinviando ai giudici il compito di valutare, di volta in volta, l’opportunità di riconoscere o meno tra le maglie della disciplina dell’adozione in casi particolari (stabilendone limiti e condizioni) il rapporto di genitorialità, già di fatto instauratasi, all’interno del nucleo familiare tra il partner e il figlio dell’altro partner. Law no. 76/2016 which provides a regulation for same-sex couple civil unions, does not contain any specific provision regarding filiation and adoption, merely referring to the Law on Adoption of Children no. 184/1983 only in order to exclude its general application in the context of same-sex unions. The inapplicability of the rules on legitimate adoption places the issue of adoption (and filiation) among those that most often reveal a difference in treatment with the married couple and where there is a detrimental treatment of the family based on the civil union. The equivalence clause found in paragraph 20 of the Law no. 76/2016 leaves on the margin of legal relevance the troubled profile of stepchild adoption for same-sex couples, referring to the judges the task of assessing the limits and conditions of every single case in order to recognize or deny the step-child adoption and to assess the relationship of parenthood between the child and the other partner.

AB - La legge n. 76/2016, nell’offrire un piano di regole alla relazione di coppia same-sex, non contiene previsioni specifiche riguardo all’aspetto della filiazione e dell’adozione, limitandosi a richiamare la legge n. 184/1983 soltanto per escludere la sua applicazione generale nell’ambito delle unioni omoaffettive. L’inoperatività delle norme sull’adozione legittima pone il terreno dell’adozione (e della filiazione) tra quelli che maggiormente evidenziano una disparità di trattamento con l’unione di tipo matrimoniale e dove si registra un trattamento deteriore nei confronti del nucleo familiare fondato sull’unione civile. La clausola di equivalenza contenuta al comma 20 dell’articolo unico della Legge n. 76/2016 lascia ai margini della rilevanza giuridica il travagliato profilo della c.d. stepchild adoption omoparentale, rinviando ai giudici il compito di valutare, di volta in volta, l’opportunità di riconoscere o meno tra le maglie della disciplina dell’adozione in casi particolari (stabilendone limiti e condizioni) il rapporto di genitorialità, già di fatto instauratasi, all’interno del nucleo familiare tra il partner e il figlio dell’altro partner. Law no. 76/2016 which provides a regulation for same-sex couple civil unions, does not contain any specific provision regarding filiation and adoption, merely referring to the Law on Adoption of Children no. 184/1983 only in order to exclude its general application in the context of same-sex unions. The inapplicability of the rules on legitimate adoption places the issue of adoption (and filiation) among those that most often reveal a difference in treatment with the married couple and where there is a detrimental treatment of the family based on the civil union. The equivalence clause found in paragraph 20 of the Law no. 76/2016 leaves on the margin of legal relevance the troubled profile of stepchild adoption for same-sex couples, referring to the judges the task of assessing the limits and conditions of every single case in order to recognize or deny the step-child adoption and to assess the relationship of parenthood between the child and the other partner.

UR - http://hdl.handle.net/10447/246202

M3 - Article

VL - anno IV, numero 2: luglio 2017

SP - 97

EP - 97

JO - GENIUS

JF - GENIUS

SN - 2384-9495

ER -