una emergenza da inefficienza: poteri di ordinanza extra ordinem in metria di protezione civile

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Nel disegno costituzionale riformato, connotato da un sistema di allocazione delle funzioni amministrative " a geometria variabile", ossia un sistema dinamico ed aperto di ricostruzione dal basso verso l''alto dell''intero assetto dei pubblici poteri, teso a valorizzare e dare attuazione alle capacità di autogoverno delle collettività e dei territori, il novero dei poteri di deroga consentiti per motivi di protezione civiledevono tener conto delle modifiche costituzionali ed inserirsi in un sistema diverso e più avanzato di collaborazione e ripartizione delle competenza tra Stato ed enti locali territoriali.La legge di disciplina della materia e dell''organizzazione della protezione civile sconta l''interpretazione garantista della Corte costituzionale e del giudice amministrativo che statuiscono stringenti limiti temporali e funzionali ai poteri d''emergenza.
Lingua originaleUndefined/Unknown
pagine (da-a)941-975
RivistaIL CONSIGLIO DI STATO
Volume4
Stato di pubblicazionePublished - 2004

Cita questo