Una città per l'uomo

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il restauro di una città caratterizzata da una densa stratificazione storica, ancorché di piccole dimensioni come Cefalù, è un’impresa più volte tentata e difficilmente riuscita, tranne il caso di Urbino, in altre città italiane.Questo restauro si caratterizza per l’approccio anti-ideologico della proposta: l’essere il centro storico, allo stesso tempo, da conservare e rinnovare. Ma anche per la forte carica utopica del progetto culturale: svolgere un ruolo pedagogico, per la collettività e gli altri progettisti, attraverso la realizzazione di opere pubbliche capaci di essere “esemplari”.Durante l’arco di venti anni il Piano particolareggiato per il centro storico di Cefalù è stato utilizzato dalle diverse amministrazioni co- munali per rinnovare la città, dotarla di spazi e servizi pubblici per le funzioni necessarie alla vita contemporanea. Le opere da realizzare vengono qui presentate in un confronto con i rilievi e le proposte preliminari del Piano elaborate dai progettisti.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospitePasquale Culotta. L'arte di costruire la città
Pagine38-45
Numero di pagine8
Stato di pubblicazionePublished - 2018

Cita questo

Guerrera, G. (2018). Una città per l'uomo. In Pasquale Culotta. L'arte di costruire la città (pagg. 38-45)