Una casa sul mare

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il contributo espone una necessità emergente nel dibattito contemporaneo sull'architettura, dotata di un particolare rilievo secondo l'argomentata trattazione dell'autore, il quale ne riassume i termini secondo la formulazione "il progetto dell'architettura nei territori dell'interdizione". In particolare, nell'articolo si espongono le ragioni, di natura composita e variegata, che hanno condotto l'autore alla formulazione in disegno di un luogo di pura invenzione; appresso si espone il modo in cui tale luogo è stato assunto come sito per il progetto di una abitazione: sito d'invenzione che, ove reale, sarebbe senz'altro interdetto a ogni operazione di modificazione, in ragione dei caratteri attribuiti e della collocazione immaginata: una riva scoscesa e rocciosa a picco sul mare. La natura immaginaria del luogo consente la sperimentazione della modificazione altrimenti interdetta, e si costituisce come occasione di un esercizio insopprimibile di interrogazione del mondo da parte di un'architettura che deve rendersi sempre più capace di trovare in sé, nella propria tradizione o corpus disciplinare, le ragioni di una sua propria norma ed eticità.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteIdentità dell'architettura italiana
Pagine82-83
Numero di pagine2
Stato di pubblicazionePublished - 2009

Serie di pubblicazioni

NomeIdentità dell'architettura italiana

Cita questo