Un progetto urbano nella città di Tunisi: il quartiere della Petite Sicile.

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

L’articolo descrive il quartiere della Petite Sicile a Tunisi, in prossimità del lago El Bahira, luogo di migrazione di siciliani sfrattati dalla Medina alla fine dell’800.Il primo quartiere viene costruito sul prosciugamento di una laguna, fatto per alloggiare in baracche e casette gli italiani provenienti da Genova, dalla Toscana, dalla Sicilia e dalla Calabria, che costruirono le case del quartiere in prossimità del porto. Tali quartieri costituivano una sorta di enclave isolata dalla medina; successivamente gli abitanti vennero sfrattati ed alloggiarono alla Petite Sicile della Goulette, luogo di importanza storica per la sua posizione strategica nei confronti del Mediterraneo. La costruzione dei quartieri della Petite Sicile, in entrambi i casi, è servita a registrare la presenza delle diverse culture nella città di Tunisi e nello stesso tempo, come nel secondo caso, la descrizione della Goulette, originariamente fortificazione fondamentale per la sua posizione lungo la costa. L’articolo descrive anche l’esperienza delle tesi di laurea svolte su tali ambiti capaci di ridare nuovo significato al progetto urbano per Tunisi.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteArchitetti, Ingegneri, Decoratori e Costruttori Italiani in Tunisia.
Pagine173-184
Numero di pagine246
Stato di pubblicazionePublished - 2009

Cita questo

Sessa, E., & Sarro, A. (2009). Un progetto urbano nella città di Tunisi: il quartiere della Petite Sicile. In Architetti, Ingegneri, Decoratori e Costruttori Italiani in Tunisia. (pagg. 173-184)