Un nuovo compito antico come la pianificazione: integrare il paesaggio nel piano. L’esperienza di Calonge

Risultato della ricerca: Paperpeer review

Abstract

Il contributo vuole esplorare le possibilità che offrono gli strumenti di valutazione ambientale, se inscritti in un processo di pianificazione urbana, alla piena integrazione del paesaggio nella prassi urbanistica. Dopo l’iniziale riflessione in merito alla distanza tra la pianificazione urbanistica e la pianificazione ambientale, si fa riferimento alle novità introdotte dalla direttiva europea del 2001 in materia di valutazione ambientale di piani e programmi. Successivamente, viene presentato il caso studio di un piano urbanistico approvato in Catalogna. La scelta di questa regione è dovuta al fatto che, oltre ad avere implementato processi di valutazione ambientale strategica nella pianificazione, la Catalogna conta sul supporto di un attento centro di studio: l’Osservatorio del Paesaggio, la cui creazione risponde alla necessità di studio del paesaggio, di formulazione di proposte e di sensibilizzazione della società catalana, al fine di garantire una migliore protezione, gestione e pianificazione del paesaggio regionale all’interno della cornice dello sviluppo sostenibile. Questa particolare circostanza mette in luce le potenzialità della lettura del paesaggio attraverso metodi valutativi nel rispondere alle attuali esigenze dell’urbanistica moderna. I due approcci alla pianificazione del territorio, se operativi contestualmente, permettono una maggiore efficacia degli strumenti adottati, una maggiore condivisione degli obiettivi individuati e, non meno importante, un maggiore coinvolgimento della comunità locale.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Cita questo