Un nuovo assetto per il quartiere della Kalsa nel Cinquecento: l'addizione urbana del piano di porta dei Greci

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il saggio porta alla luce, attraverso significative acquisizioni documentarie, l'unica operazione di addizione urbana che la città di Palermo, ancora murata, abbia conosciuto: quella che vide l'ampliamento del quartiere della Kalsa verso mare e il ridisegno della sua cinta muraria, attuati su progetto dell'ingegnere regio Pedro Prado, ma con il diretto coinvolgimento del loro promotore, il viceré Juan de Vega. La ricerca si sofferma anche sugli aspetti del cantiere delle nuove fortificazioni 'alla moderna', nonché su quelli artistici e stilistici legati alla edificazione di una nuova porta urbica, caricata di forti valori simbolici, e al radicamento del linguaggio classicista nella Sicilia del XVI secolo.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteIl quartiere della Kalsa a Palermo. Dalle architetture civili e religiose delle origini alle attuali articolate realtà museali
Pagine47-65
Numero di pagine19
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Cita questo