Umberto Saffiotti tra filosofia e psicologia

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Umberto Saffiotti fa parte di quella serie di autori, che nella prima parte del Novecento, in Italia, hanno contribuito all’affermazione della psicologia sperimentale. Dopo essersi laureato in filosofia, nel 1908, a Messina, con una tesi sulla psicologia sociale di Carlo Cattaneo, seguita da Giovanni Dandolo, il giovane Saffiotti si trasferì a Milano per seguire Zaccaria Treves. Nel 1912, a Roma divenne assistente di Giuseppe Sergi, consolidando le sue competenze nell’ambito della psicologia sperimentale e della fisiologia umana. Perciò, al termine del primo conflitto mondiale, conseguita la libera docenza in psicologia sperimentale, giunse a Palermo per insegnare tale disciplina.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)155-171
Numero di pagine17
RivistaSTUDI FILOSOFICI
Volume40
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo