Tre esperimenti per un approccio unificante al fattore di Boltzmann

Risultato della ricerca: Other contribution

Abstract

La comprensione del fattore di Boltzmann, alla base della descrizione di molti sistemi naturali sia classici che quantistici, richiede una trattazione matematica raramente alla portata degli studenti dei primi anni dei corsi universitari ad indirizzo scientifico. Viene qui discusso un approccio didattico per la sua introduzione a studenti che si trovano ad affrontare, per la prima volta, lo studio della meccanica statistica. L’approccio si basa sull’analisi di tre semplici esperimenti, condotti utilizzando apparati sperimentali sia di tipo tradizionale che MBL (Microcomputer Based Laboratory), finalizzati a evidenziare la caratteristica unificante del fattore di Boltzmann nella descrizione di sistemi apparentemente molto diversi tra loro. Viene inoltre descritto un semplice modello microscopico in grado di rendere conto di tali comportamenti solo apparentemente diversi.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2010

Cita questo

@misc{ec0d68f90571401d9487353f3962d36d,
title = "Tre esperimenti per un approccio unificante al fattore di Boltzmann",
abstract = "La comprensione del fattore di Boltzmann, alla base della descrizione di molti sistemi naturali sia classici che quantistici, richiede una trattazione matematica raramente alla portata degli studenti dei primi anni dei corsi universitari ad indirizzo scientifico. Viene qui discusso un approccio didattico per la sua introduzione a studenti che si trovano ad affrontare, per la prima volta, lo studio della meccanica statistica. L’approccio si basa sull’analisi di tre semplici esperimenti, condotti utilizzando apparati sperimentali sia di tipo tradizionale che MBL (Microcomputer Based Laboratory), finalizzati a evidenziare la caratteristica unificante del fattore di Boltzmann nella descrizione di sistemi apparentemente molto diversi tra loro. Viene inoltre descritto un semplice modello microscopico in grado di rendere conto di tali comportamenti solo apparentemente diversi.",
keywords = "Fattore di Boltzmann",
author = "Claudio Fazio and Ivan Guastella and Battaglia, {Onofrio Rosario}",
year = "2010",
language = "Italian",
type = "Other",

}

TY - GEN

T1 - Tre esperimenti per un approccio unificante al fattore di Boltzmann

AU - Fazio, Claudio

AU - Guastella, Ivan

AU - Battaglia, Onofrio Rosario

PY - 2010

Y1 - 2010

N2 - La comprensione del fattore di Boltzmann, alla base della descrizione di molti sistemi naturali sia classici che quantistici, richiede una trattazione matematica raramente alla portata degli studenti dei primi anni dei corsi universitari ad indirizzo scientifico. Viene qui discusso un approccio didattico per la sua introduzione a studenti che si trovano ad affrontare, per la prima volta, lo studio della meccanica statistica. L’approccio si basa sull’analisi di tre semplici esperimenti, condotti utilizzando apparati sperimentali sia di tipo tradizionale che MBL (Microcomputer Based Laboratory), finalizzati a evidenziare la caratteristica unificante del fattore di Boltzmann nella descrizione di sistemi apparentemente molto diversi tra loro. Viene inoltre descritto un semplice modello microscopico in grado di rendere conto di tali comportamenti solo apparentemente diversi.

AB - La comprensione del fattore di Boltzmann, alla base della descrizione di molti sistemi naturali sia classici che quantistici, richiede una trattazione matematica raramente alla portata degli studenti dei primi anni dei corsi universitari ad indirizzo scientifico. Viene qui discusso un approccio didattico per la sua introduzione a studenti che si trovano ad affrontare, per la prima volta, lo studio della meccanica statistica. L’approccio si basa sull’analisi di tre semplici esperimenti, condotti utilizzando apparati sperimentali sia di tipo tradizionale che MBL (Microcomputer Based Laboratory), finalizzati a evidenziare la caratteristica unificante del fattore di Boltzmann nella descrizione di sistemi apparentemente molto diversi tra loro. Viene inoltre descritto un semplice modello microscopico in grado di rendere conto di tali comportamenti solo apparentemente diversi.

KW - Fattore di Boltzmann

UR - http://hdl.handle.net/10447/51821

M3 - Other contribution

ER -