Transizione e risveglio nell’immobilità. Un’immagine di Andrea Pazienza

Danilo Mariscalco

Risultato della ricerca: Article

Abstract

Ci sono immagini, materialmente supportate e riprodotte, che custodiscono ed esprimono, in una determinata prospettiva, la temporalità “balenante” della loro prima epifania. Accade, a volte, che tali oggetti, negli interstizi di stilemi storicamente comprensibili, conservino tracce e frammenti di un evento “tragico”, di una collisione tra i limiti del già avvenuto e i contorni del vigente, di una “transizione” . Un’immagine, «ciò in cui quel che è stato si unisce fulmineamente con l’adesso in una costellazione» , capovolge il guscio storicistico della “successione dei fatti” e si offre alla lettura e all’interpretazione nel risveglio, “critico”, del presente: «L’immagine letta, vale a dire l’immagine nell’adesso della leggibilità, porta in sommo grado l’impronta di questo momento critico e pericoloso che sta alla base di ogni lettura» . Un’immagine del genere è quella oggettivata da Andrea Pazienza nell’ultima tavola della prima puntata de Le straordinarie avventure di Pentothal (1977-1981).
Lingua originaleItalian
Numero di pagine0
RivistaROOTS§ROUTES
VolumeEngagement and Conflict
Stato di pubblicazionePublished - 2012
Pubblicato esternamenteYes

Cita questo