Traiettoria di un architetto siciliano tra Sei e Settecento: l'ineluttabile ascesa professionale di Giacomo Amato

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il contributo si incentra sulla carriera professionale di Giacomo Amato, architetto palermitano rientrato negli anni Ottanta del Seicento da un periodo di apprendistato a Roma al fianco di Carlo Fontana. Attraverso un'attenta lettura dei dati documentari, l'osservazione dei disegni custoditi presso le collezioni di Palazzo Abatellis e delle architetture progettate e costruite da Amato, i rapporti professionali intessuti con Pietro Aquila e Antonino Grano, gli incarichi conferiti dagli ordini religiosi e dal Senato, questo studio intende ricomporre le tappe salienti di una "ineluttabile" ascesa professionale di un architetto siciliano nella Palermo tra Sei Settecento
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteGiacomo Amato. I disegni di Palazzo Abatellis. Architettura, arredi e decorazione nella Sicilia Barocca
Pagine11-20
Numero di pagine10
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo