Sviluppo delle città. Action planning e processi partecipativi.

Risultato della ricerca: Book

Abstract

Il tema della partecipazione dei cittadini nei processi di trasformazione della città e del territorio è di grande interesse e attualità nel dibattito su temi urbanistici. Dopo decenni fallimentari nelle politiche di gestione del territorio, non esenti da derive privatistiche, è indispensabile la collaborazione con la collettività. A tal fine, sono stati delineati dei percorsi disciplinari contenenti diversi tracciati teorici e sperimentali, individuati approcci progettuali e comunicativi alternativi, tali da consentire ai cittadini di essere parte attiva nella costruzione di politiche pubbliche - in particolare in quelle urbanistiche - essendone peraltro gli unici destinatari. Le pratiche partecipative sono di vario genere e la corretta individuazione consente alla cittadinanza di acquisire il massimo della informazione e consapevolezza, fornendo anche strumenti – in tempi e modi diversi dalla classica espressione del voto – che permettano di manifestare sull’operato pubblico giudizi di consenso, dissenso, ovvero la proposizione di soluzioni alternative alle più disparate problematiche. Oggetto di studio della presente pubblicazione è l’utilizzo di uno dei tanti modelli partecipativi, presenti nel panorama internazionale e nazionale della pianificazione.
Lingua originaleItalian
EditoreCEPASA
Numero di pagine55
Volume1
ISBN (stampa)978-88-97667-05-6
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Cita questo

Sviluppo delle città. Action planning e processi partecipativi. / Cilona, Teresa.

CEPASA, 2013. 55 pag.

Risultato della ricerca: Book

@book{e83e8c89375345b7b7884fd77484407a,
title = "Sviluppo delle citt{\`a}. Action planning e processi partecipativi.",
abstract = "Il tema della partecipazione dei cittadini nei processi di trasformazione della citt{\`a} e del territorio {\`e} di grande interesse e attualit{\`a} nel dibattito su temi urbanistici. Dopo decenni fallimentari nelle politiche di gestione del territorio, non esenti da derive privatistiche, {\`e} indispensabile la collaborazione con la collettivit{\`a}. A tal fine, sono stati delineati dei percorsi disciplinari contenenti diversi tracciati teorici e sperimentali, individuati approcci progettuali e comunicativi alternativi, tali da consentire ai cittadini di essere parte attiva nella costruzione di politiche pubbliche - in particolare in quelle urbanistiche - essendone peraltro gli unici destinatari. Le pratiche partecipative sono di vario genere e la corretta individuazione consente alla cittadinanza di acquisire il massimo della informazione e consapevolezza, fornendo anche strumenti – in tempi e modi diversi dalla classica espressione del voto – che permettano di manifestare sull’operato pubblico giudizi di consenso, dissenso, ovvero la proposizione di soluzioni alternative alle pi{\`u} disparate problematiche. Oggetto di studio della presente pubblicazione {\`e} l’utilizzo di uno dei tanti modelli partecipativi, presenti nel panorama internazionale e nazionale della pianificazione.",
author = "Teresa Cilona",
year = "2013",
language = "Italian",
isbn = "978-88-97667-05-6",
volume = "1",
publisher = "CEPASA",

}

TY - BOOK

T1 - Sviluppo delle città. Action planning e processi partecipativi.

AU - Cilona, Teresa

PY - 2013

Y1 - 2013

N2 - Il tema della partecipazione dei cittadini nei processi di trasformazione della città e del territorio è di grande interesse e attualità nel dibattito su temi urbanistici. Dopo decenni fallimentari nelle politiche di gestione del territorio, non esenti da derive privatistiche, è indispensabile la collaborazione con la collettività. A tal fine, sono stati delineati dei percorsi disciplinari contenenti diversi tracciati teorici e sperimentali, individuati approcci progettuali e comunicativi alternativi, tali da consentire ai cittadini di essere parte attiva nella costruzione di politiche pubbliche - in particolare in quelle urbanistiche - essendone peraltro gli unici destinatari. Le pratiche partecipative sono di vario genere e la corretta individuazione consente alla cittadinanza di acquisire il massimo della informazione e consapevolezza, fornendo anche strumenti – in tempi e modi diversi dalla classica espressione del voto – che permettano di manifestare sull’operato pubblico giudizi di consenso, dissenso, ovvero la proposizione di soluzioni alternative alle più disparate problematiche. Oggetto di studio della presente pubblicazione è l’utilizzo di uno dei tanti modelli partecipativi, presenti nel panorama internazionale e nazionale della pianificazione.

AB - Il tema della partecipazione dei cittadini nei processi di trasformazione della città e del territorio è di grande interesse e attualità nel dibattito su temi urbanistici. Dopo decenni fallimentari nelle politiche di gestione del territorio, non esenti da derive privatistiche, è indispensabile la collaborazione con la collettività. A tal fine, sono stati delineati dei percorsi disciplinari contenenti diversi tracciati teorici e sperimentali, individuati approcci progettuali e comunicativi alternativi, tali da consentire ai cittadini di essere parte attiva nella costruzione di politiche pubbliche - in particolare in quelle urbanistiche - essendone peraltro gli unici destinatari. Le pratiche partecipative sono di vario genere e la corretta individuazione consente alla cittadinanza di acquisire il massimo della informazione e consapevolezza, fornendo anche strumenti – in tempi e modi diversi dalla classica espressione del voto – che permettano di manifestare sull’operato pubblico giudizi di consenso, dissenso, ovvero la proposizione di soluzioni alternative alle più disparate problematiche. Oggetto di studio della presente pubblicazione è l’utilizzo di uno dei tanti modelli partecipativi, presenti nel panorama internazionale e nazionale della pianificazione.

UR - http://hdl.handle.net/10447/91607

M3 - Book

SN - 978-88-97667-05-6

VL - 1

BT - Sviluppo delle città. Action planning e processi partecipativi.

PB - CEPASA

ER -