SUL RECUPERO DELLE AREE INDUSTRIALI DISMESSE. TECNOLOGIE, MATERIALI, IMPIANTI ECOSOSTENIBILI E INNOVATIVI

Risultato della ricerca: Book

Abstract

Lo scenario culturale e disciplinare, che caratterizza l’attuale dibattito sulle aree industriali dismesse, richiede approfondimenti specialistici per il controllo e la gestione dei processi trasformativi che sono da attuare. Il governo della tematica industriale dismessa, ampia per dislocazione sul territorio nazionale ed europeo e complessa per numerose implicazioni, stimola interventi di riqualificazione urbana, di riuso e di messa in valore che la società e i luoghi in cui essa risiede reclamano con forza. Profonde istanze antropologiche che il tema implica, con le diverse istanze economiche, tecnologiche e produttive, avvalorano l’urgenza e il significato di un’indagine proiettata a recuperare questo tipo di presenze antropiche nel territorio e nuovi sistemi di relazione fra le aree dismesse e i tessuti urbani. Così azioni di ricerca e di progetto, presentati in questo volume, concorrono non soltanto a evidenziare aspetti di matrice spaziale e costruttiva, ma anche aspetti culturali, storici e innovativi che ogni intervento di trasformazione comporta. Il volume si articola con trattazioni teoriche e illustra vari progetti dislocati anche in ambito europeo; inoltre esso traccia alcuni lineamenti idonei alla pianificazione e alla gestione strategica del sistema edilizio, tramite apporti disciplinari integrati e trasversali, in una logica d’innovazione tecnologica e di messa in valore del patrimonio costruito come risorsa culturale, ambientale e materiale. L’elaborata documentazione, grafica e iconografica, relativa a venticinque casi di studio, da Sud a Nord, da Siracusa a Torino, attraversa tutta l’Italia fino al recupero di grandi complessi industriali in Polonia, Germania, Olanda, Inghilterra e Svezia: recenti interventi che, in uno alla selezione di tecnologie, tecniche e materiali innovativi, presentati nel corpo del volume, costituiscono idoneo supporto per giovani progettisti, studiosi e operatori dell’edilizia.
Lingua originaleItalian
EditoreMaggioli
Numero di pagine354
ISBN (stampa)88-387-6107-8
Stato di pubblicazionePublished - 2012

Serie di pubblicazioni

NomePOLITECNICA

Cita questo

@book{645cc5ae5594462192788e88f2309f45,
title = "SUL RECUPERO DELLE AREE INDUSTRIALI DISMESSE. TECNOLOGIE, MATERIALI, IMPIANTI ECOSOSTENIBILI E INNOVATIVI",
abstract = "Lo scenario culturale e disciplinare, che caratterizza l’attuale dibattito sulle aree industriali dismesse, richiede approfondimenti specialistici per il controllo e la gestione dei processi trasformativi che sono da attuare. Il governo della tematica industriale dismessa, ampia per dislocazione sul territorio nazionale ed europeo e complessa per numerose implicazioni, stimola interventi di riqualificazione urbana, di riuso e di messa in valore che la societ{\`a} e i luoghi in cui essa risiede reclamano con forza. Profonde istanze antropologiche che il tema implica, con le diverse istanze economiche, tecnologiche e produttive, avvalorano l’urgenza e il significato di un’indagine proiettata a recuperare questo tipo di presenze antropiche nel territorio e nuovi sistemi di relazione fra le aree dismesse e i tessuti urbani. Cos{\`i} azioni di ricerca e di progetto, presentati in questo volume, concorrono non soltanto a evidenziare aspetti di matrice spaziale e costruttiva, ma anche aspetti culturali, storici e innovativi che ogni intervento di trasformazione comporta. Il volume si articola con trattazioni teoriche e illustra vari progetti dislocati anche in ambito europeo; inoltre esso traccia alcuni lineamenti idonei alla pianificazione e alla gestione strategica del sistema edilizio, tramite apporti disciplinari integrati e trasversali, in una logica d’innovazione tecnologica e di messa in valore del patrimonio costruito come risorsa culturale, ambientale e materiale. L’elaborata documentazione, grafica e iconografica, relativa a venticinque casi di studio, da Sud a Nord, da Siracusa a Torino, attraversa tutta l’Italia fino al recupero di grandi complessi industriali in Polonia, Germania, Olanda, Inghilterra e Svezia: recenti interventi che, in uno alla selezione di tecnologie, tecniche e materiali innovativi, presentati nel corpo del volume, costituiscono idoneo supporto per giovani progettisti, studiosi e operatori dell’edilizia.",
author = "Cesare Sposito",
year = "2012",
language = "Italian",
isbn = "88-387-6107-8",
series = "POLITECNICA",
publisher = "Maggioli",

}

TY - BOOK

T1 - SUL RECUPERO DELLE AREE INDUSTRIALI DISMESSE. TECNOLOGIE, MATERIALI, IMPIANTI ECOSOSTENIBILI E INNOVATIVI

AU - Sposito, Cesare

PY - 2012

Y1 - 2012

N2 - Lo scenario culturale e disciplinare, che caratterizza l’attuale dibattito sulle aree industriali dismesse, richiede approfondimenti specialistici per il controllo e la gestione dei processi trasformativi che sono da attuare. Il governo della tematica industriale dismessa, ampia per dislocazione sul territorio nazionale ed europeo e complessa per numerose implicazioni, stimola interventi di riqualificazione urbana, di riuso e di messa in valore che la società e i luoghi in cui essa risiede reclamano con forza. Profonde istanze antropologiche che il tema implica, con le diverse istanze economiche, tecnologiche e produttive, avvalorano l’urgenza e il significato di un’indagine proiettata a recuperare questo tipo di presenze antropiche nel territorio e nuovi sistemi di relazione fra le aree dismesse e i tessuti urbani. Così azioni di ricerca e di progetto, presentati in questo volume, concorrono non soltanto a evidenziare aspetti di matrice spaziale e costruttiva, ma anche aspetti culturali, storici e innovativi che ogni intervento di trasformazione comporta. Il volume si articola con trattazioni teoriche e illustra vari progetti dislocati anche in ambito europeo; inoltre esso traccia alcuni lineamenti idonei alla pianificazione e alla gestione strategica del sistema edilizio, tramite apporti disciplinari integrati e trasversali, in una logica d’innovazione tecnologica e di messa in valore del patrimonio costruito come risorsa culturale, ambientale e materiale. L’elaborata documentazione, grafica e iconografica, relativa a venticinque casi di studio, da Sud a Nord, da Siracusa a Torino, attraversa tutta l’Italia fino al recupero di grandi complessi industriali in Polonia, Germania, Olanda, Inghilterra e Svezia: recenti interventi che, in uno alla selezione di tecnologie, tecniche e materiali innovativi, presentati nel corpo del volume, costituiscono idoneo supporto per giovani progettisti, studiosi e operatori dell’edilizia.

AB - Lo scenario culturale e disciplinare, che caratterizza l’attuale dibattito sulle aree industriali dismesse, richiede approfondimenti specialistici per il controllo e la gestione dei processi trasformativi che sono da attuare. Il governo della tematica industriale dismessa, ampia per dislocazione sul territorio nazionale ed europeo e complessa per numerose implicazioni, stimola interventi di riqualificazione urbana, di riuso e di messa in valore che la società e i luoghi in cui essa risiede reclamano con forza. Profonde istanze antropologiche che il tema implica, con le diverse istanze economiche, tecnologiche e produttive, avvalorano l’urgenza e il significato di un’indagine proiettata a recuperare questo tipo di presenze antropiche nel territorio e nuovi sistemi di relazione fra le aree dismesse e i tessuti urbani. Così azioni di ricerca e di progetto, presentati in questo volume, concorrono non soltanto a evidenziare aspetti di matrice spaziale e costruttiva, ma anche aspetti culturali, storici e innovativi che ogni intervento di trasformazione comporta. Il volume si articola con trattazioni teoriche e illustra vari progetti dislocati anche in ambito europeo; inoltre esso traccia alcuni lineamenti idonei alla pianificazione e alla gestione strategica del sistema edilizio, tramite apporti disciplinari integrati e trasversali, in una logica d’innovazione tecnologica e di messa in valore del patrimonio costruito come risorsa culturale, ambientale e materiale. L’elaborata documentazione, grafica e iconografica, relativa a venticinque casi di studio, da Sud a Nord, da Siracusa a Torino, attraversa tutta l’Italia fino al recupero di grandi complessi industriali in Polonia, Germania, Olanda, Inghilterra e Svezia: recenti interventi che, in uno alla selezione di tecnologie, tecniche e materiali innovativi, presentati nel corpo del volume, costituiscono idoneo supporto per giovani progettisti, studiosi e operatori dell’edilizia.

UR - http://hdl.handle.net/10447/63403

M3 - Book

SN - 88-387-6107-8

T3 - POLITECNICA

BT - SUL RECUPERO DELLE AREE INDUSTRIALI DISMESSE. TECNOLOGIE, MATERIALI, IMPIANTI ECOSOSTENIBILI E INNOVATIVI

PB - Maggioli

ER -