Studio RIFRA: il rischio fratturativo in Italia

Risultato della ricerca: Article

Abstract

L'osteoporosi è un disordine scheletrico cronico-evolutivo, caratferizzato dalla perdita dell'equilibriodel metabolismo osseo con conseguente degenerazione quantitativa e qualitativa che compromette laresistenza dell'osso e predispone ad un aumentato rischio di fratture. Colpisce soprattutto il sessofemminile,conunaprevalenza del33%nelrange tra60eT0aacheaumentaconl'avanzaredell'età.Può rimanere clinicamente silente e successivamente manifestarsi con fratture (vertebrali 100.000casi/anno, di polso 85.000 casi/anno e femorali 80.000 casi/anno). Le fratture da fragilità comportanogravi conse gseîze, sia a livello clinico individuale che sociale ed economico; rappresenrano pertantouna fonte di disabilità complessa, che in quanto tale necessita di una presa in carico globale.Lo studio RIFRA nasce da un'idea del GISMO per rispondere alla necessità primaria di quantificare ilreale rischio fratturativo in Italia attraverso una specifica scheda e di valutare l'influenza dellecomorbilità e delle terapie corelate al rischio di frattura. L'obiettivo secondario analizzare \apercentuale di pazienti sottoposti a trattamento farmacologico in relazione ai valori densitometrici ealle pregresse fratture, nonché valutare la prevalenza di fratture da fragilità nella popol azione in studio.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)3-4
Numero di pagine2
RivistaNEWSLETTER GISMO
Volume5
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo