Stima dei flussi di calore latente e sensibile in differenti aree del Mediterraneo Centrale, attraverso strumentazione acustica e tradizionale

Diego Molteni, Rosario Grammauta

    Risultato della ricerca: Articlepeer review

    Abstract

    Nel presente lavoro sono stati stimati i flussi di calore latente e sensibile e lo stress superficiale del ventonell’interfaccia aria-mare in diverse aree del Canale di Sicilia e nel Tirreno Meridionale. I dati utilizzati sono statiraccolti nel corso di due campagne oceanografiche effettuate a bordo della N/O Urania nel periodo 3 Luglio – 9Agosto 2005. La stima dei flussi energetici superficiali è stata ottenuta utilizzando la Bulk Formula. Nella zonaintorno l’isola di Malta è stato inoltre utilizzato un sistema di Remote Sensing SO.D.A.R. (SOund Detection AndRanging) per calcolare in tempo reale il profilo anemologico della bassa atmosfera e l’evoluzione della quotadello strato d’inversione (zi). Dalle misure è emersa una sostanziale distinzione sia per la natura che perl’intensità delle interazioni nelle diverse zone di monitoraggio in relazione alla circolazione superficiale del mare.In zone di upwelling sono stati stimati flussi di calore sensibile dell’ordine di -60 W/m2 mentre nel Mar Ionio enel Mar Tirreno sono stati stimati valori di flusso di calore latente dell’ordine di 150 W/m2
    Lingua originaleItalian
    pagine (da-a)319-325
    Numero di pagine7
    RivistaAtti del Congresso Congiunto AIOL-SItE 2007
    Volume2009
    Stato di pubblicazionePublished - 2009

    Cita questo