Sociolinguistica. Una disciplina in cerca di autore. Storie di trattini, parentesi e univerbazioni

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

L'articolo affronta il tema dello statuto epistemologico della sociolinguistica. In particolare ci si concentra nella ricostruzione degli influssi, provenienti da diverse discipline, che hanno contribuito a formare la sociolinguistica come disciplina autonoma. Il ragionamento parte da una domanda preliminare: quella che si è soliti definire sociolinguistica è una disciplina univocamente identificabile e definibile? A partire da questa domanda di fondo, l'articolo prova a rintracciare i diversi filoni che, spesso autonomamente e parallelamente, si sono autoassegnati l'etichetta di 'sociolinguistica'. Nel corso del capitolo si mette in luce, fra gli altri aspetti, la peculiare differenza storicamente esistente fra tradizione anglosassone (nel cui seno la sociolinguistica nasce, quantomeno sul piano strettamente accademico) e tradizione europea (e romanza in particolare), in seno alla quale la sociolinguistica nasce come naturale evoluzione della dialettologia e della geografia linguistica, alle quali si affianca senza pretendere di superarle. In conclusione, si mostra come la differenza di approcci che oggi è piuttosto evidente non è il prodotto di un progressivo allontanamento da un presunto tronco comune, ma dall'assenza di un vero apparato teorico e metodologico condiviso.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLa linguistica in campo. Scritti per Mari D'Agostino
Pagine137-156
Numero di pagine20
Stato di pubblicazionePublished - 2016

Cita questo

Paternostro, G. (2016). Sociolinguistica. Una disciplina in cerca di autore. Storie di trattini, parentesi e univerbazioni. In La linguistica in campo. Scritti per Mari D'Agostino (pagg. 137-156)