SOCIETA' E SALUTE IN UNA COMUNITA' SICILIANA DEL XIX SECOLO: LE PIANTE MEDICINALI.

Risultato della ricerca: Other contribution

Abstract

Nel 1869, si pubblicò a Palermo il primo volume della “Gazzetta Medica Siciliana” come organo della Reggia Accademica di Scienze della Sicilia. Il volume di cui apparve alla stampa solo la prima annata, conteneva un lavoro del naturalista Francesco Minà Palombo, classificato dai suoi biografi come articolo di carattere medico. In effetti l’articolo è di notevole interesse sociale perché fotografa le condizioni della popolazione castelbuonese in quell’anno (1869). Descrive dopo una dettagliata introduzione sull’ambiente le condizioni degli abitanti iniziando dalle condizioni economiche e dalle principali attività attinenti all’agricoltura e pastorizia nonché all’artigianato. Quindi, passa alla descrizione della comunità locale in ogni suo aspetto: morti, nascite, malattie, matrimoni, ecc.., trattata con dettaglio e con modalità quasi statistica, soffermandosi sulla casistica e sui rimedi a volte adottati. La trattazione si interrompe come conseguenza del fatto che la rivista non riuscì a superare il primo anno di attività. Tuttavia, sappiamo che nel seguito del lavoro, l’autore avrebbe trattato i rimedi utilizzati nella comunità, tutti attinenti alle malattie. Infatti, alla parte descrittiva del contributo segue un elenco delle specie vegetali usate nella medicina locale, in tale elenco viene riportata per ogni specie citata: la famiglia, il binomio scientifico, la reperibilità locale, l’uso, il nome vernacolare.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Cita questo