Sintesi di nanogeli per la veicolazione di insulina al cervello: una strategia per il trattamento della malattia di Alzheimer

Risultato della ricerca: Other

Abstract

I nanogeli sono nanoparticelle polimeriche reticolate idrofile. La struttura polimerica del nanogelo permette laconiugazione di molecole che possano esplicare azioni terapeutiche, diagnostiche e di indirizzamento attivosu siti bersaglio. Le caratteristiche di flessibilità e conformabilità del nanogelo, e delle sue maglie, nefavoriscono l’attraversamento delle barriere biologiche, l’interazione di eventuali ligandi esposti sullasuperfice con i recettori target, un’azione protettiva nei confronti del principio attivo incorporato.L’irraggiamento con radiazioni ionizzanti di soluzioni acquose di polimeri è una metodologia sinteticainteramente “water-based”, che garantisce rese elevate e che può conferire sterilità al prodotto. [1] Lo studiopresentato illustra la possibilità di produrre nanogeli a base di polivinilpirrolidone con le caratteristichedesiderate in termini di dimensioni e con gruppi funzionali disponibili per reazioni di coniugazione conl’insulina. L’obiettivo è quello di realizzare un nanovettore in grado di veicolare l’insulina al cervello attraversola mucosa nasale. Studi recenti hanno dimostrato che l’insulina è in grado di ridurre la tossicità del peptidebeta amiloide (A, coinvolto nella patogenesi della malattia di Alzheimer (MA), e di esplicare una funzioneneuroprotettiva. [2, 3] Sono state studiate le caratteristiche dimensionali del nanosistema, la biocompatibilitàe la funzione di protezione dalla tossicità indotta da Anei confronti di cellule di neuroblastoma.
Lingua originaleItalian
Numero di pagine2
Stato di pubblicazionePublished - 2016

Cita questo