Semiotica e Iconologia

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

In Semiotica e Iconologia si è condotta una riflessione, partendo da alcune letture significative di opere d’arte di età preistorica, moderna e contemporanea, avvalendosi delle metodologie della semiotica e dell’iconologia. La lettura di un’opera è sempre un’operazione complessa che richiede, tavolta, il ricorso alla semiotica, o meglio alla semantica delle arti, come nel caso di Pollock, il quale espone la materia senza la presenza di elementi iconografici. Altre volte, si deve ricorrere all’uso dell’iconologia, come si può, esemplarmente vedere nel saggio pionieristico di M. Calvesi, intitolato Iconologia dell’Astrattismo. Vi sono casi e momenti della storia dell’arte, come nel caso del Cristo in scurto di Andrea Mantegna, in cui ci si può avvalere di entrambe le metodologie per una comprensione ricca e completa di segni e simboli, ivi presenti.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteSemiotica e Iconologia
Pagine7-191
Numero di pagine185
Stato di pubblicazionePublished - 2004

Cita questo

La Monica, M. (2004). Semiotica e Iconologia. In Semiotica e Iconologia (pagg. 7-191)

Semiotica e Iconologia. / La Monica, Marcella.

Semiotica e Iconologia. 2004. pag. 7-191.

Risultato della ricerca: Chapter

La Monica, M 2004, Semiotica e Iconologia. in Semiotica e Iconologia. pagg. 7-191.
La Monica M. Semiotica e Iconologia. In Semiotica e Iconologia. 2004. pag. 7-191
La Monica, Marcella. / Semiotica e Iconologia. Semiotica e Iconologia. 2004. pagg. 7-191
@inbook{d0294e2b49c6432d81d7cacdc7eed534,
title = "Semiotica e Iconologia",
abstract = "In Semiotica e Iconologia si {\`e} condotta una riflessione, partendo da alcune letture significative di opere d’arte di et{\`a} preistorica, moderna e contemporanea, avvalendosi delle metodologie della semiotica e dell’iconologia. La lettura di un’opera {\`e} sempre un’operazione complessa che richiede, tavolta, il ricorso alla semiotica, o meglio alla semantica delle arti, come nel caso di Pollock, il quale espone la materia senza la presenza di elementi iconografici. Altre volte, si deve ricorrere all’uso dell’iconologia, come si pu{\`o}, esemplarmente vedere nel saggio pionieristico di M. Calvesi, intitolato Iconologia dell’Astrattismo. Vi sono casi e momenti della storia dell’arte, come nel caso del Cristo in scurto di Andrea Mantegna, in cui ci si pu{\`o} avvalere di entrambe le metodologie per una comprensione ricca e completa di segni e simboli, ivi presenti.",
keywords = "iconologia, semiotica",
author = "{La Monica}, Marcella",
year = "2004",
language = "Italian",
isbn = "887704.5515",
pages = "7--191",
booktitle = "Semiotica e Iconologia",

}

TY - CHAP

T1 - Semiotica e Iconologia

AU - La Monica, Marcella

PY - 2004

Y1 - 2004

N2 - In Semiotica e Iconologia si è condotta una riflessione, partendo da alcune letture significative di opere d’arte di età preistorica, moderna e contemporanea, avvalendosi delle metodologie della semiotica e dell’iconologia. La lettura di un’opera è sempre un’operazione complessa che richiede, tavolta, il ricorso alla semiotica, o meglio alla semantica delle arti, come nel caso di Pollock, il quale espone la materia senza la presenza di elementi iconografici. Altre volte, si deve ricorrere all’uso dell’iconologia, come si può, esemplarmente vedere nel saggio pionieristico di M. Calvesi, intitolato Iconologia dell’Astrattismo. Vi sono casi e momenti della storia dell’arte, come nel caso del Cristo in scurto di Andrea Mantegna, in cui ci si può avvalere di entrambe le metodologie per una comprensione ricca e completa di segni e simboli, ivi presenti.

AB - In Semiotica e Iconologia si è condotta una riflessione, partendo da alcune letture significative di opere d’arte di età preistorica, moderna e contemporanea, avvalendosi delle metodologie della semiotica e dell’iconologia. La lettura di un’opera è sempre un’operazione complessa che richiede, tavolta, il ricorso alla semiotica, o meglio alla semantica delle arti, come nel caso di Pollock, il quale espone la materia senza la presenza di elementi iconografici. Altre volte, si deve ricorrere all’uso dell’iconologia, come si può, esemplarmente vedere nel saggio pionieristico di M. Calvesi, intitolato Iconologia dell’Astrattismo. Vi sono casi e momenti della storia dell’arte, come nel caso del Cristo in scurto di Andrea Mantegna, in cui ci si può avvalere di entrambe le metodologie per una comprensione ricca e completa di segni e simboli, ivi presenti.

KW - iconologia

KW - semiotica

UR - http://hdl.handle.net/10447/3040

M3 - Chapter

SN - 887704.5515

SP - 7

EP - 191

BT - Semiotica e Iconologia

ER -