Segno e tempo.Meta-fisica del possibile in Henri Bergson, Giornale di Metafisica,XXXIII n.1-2 "Pluralità e interpretazione", Tilgher Genova 2011, pp.179-196.

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Il pensiero di Bergson mostra la sua straordinaria forza critica e modernità a partire da una polarità che lo stesso A. istituisce tra 'segno' e tempo', tra la potenza discorsiva e concettuale affidata al linguaggio e la dynamis reale della vita come origine di un universo molteplice e differente nonchè la stessa capacità del pensiero umano interpretato in chiave di possibilità e movimento.La funzione meta- è qui all'opera come esperienza del possibile, mai esaurito dialogo con la tradiziome metafisica.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)179-196
Numero di pagine17
RivistaGIORNALE DI METAFISICA
VolumeGiornale di Metafisica XXXIII, 1-2
Stato di pubblicazionePublished - 2011

Cita questo