Scrittura e memoria del confine. Considerazioni storiche in margine al "Rollum Bullarum" di Monreale.

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Il saggio propone una indagine sulle descrizioni terminali e la rappresentazione del territorio in epoca medievale attraverso la lettura del Rollum Bullarum di Santa Maria Nuova di Monreale, documento di eccezionale interesse per la toponomastica e la geografia storica. Dal diploma, caratterizzato da un registro concettuale fortemente ancorato alla iurisdictio dell’istituzione ecclesiasticama anche alle abitudini, i comportamenti consolidati, gli spostamenti, emerge un processo di riconoscimento reciproco tra potere istituzionale e popolazione soggetta, legittimato dalla dottrina giuridica tardo-medievale, che trova poi una tangibile applicazione nelle situazioni di frizione e risoluzione delle controversie confinarie proposte dalla fonte analizzata.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)31-54
Numero di pagine24
RivistaMEDITERRANEA. RICERCHE STORICHE
Volume18
Stato di pubblicazionePublished - 2010

Cita questo