Sciascia, la letteratura, la mafia. Una lettura dei Mafiosi

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Dopo aver licenziato il saggio Letteratura e mafia, poi raccolto in Cruciverba, Sciascia non tornerà più a scrivere in maniera sistematica della mafia nella letteratura siciliana. Nondimeno, buona parte della sua produzione saggistica è disseminata di spunti e intuizioni sul tema, forse non tutti ancora adeguatamente e sviluppati come converrebbe fare. Tuttavia, vale la pena interpretare l'unico rifacimento di un testo siciliano della tradizione con la quale in Nostro si è cimentato non solo come una riscrittura creativa, quale in effetti è, ma anche come un testo obliquamente interpretativo. Si tratta dei Mafiosi, commedia in due «parti» che ha come palinsesto I mafiusi di la vicaria di Giuseppe Rizzotto e Gaspare Mosca, la commedia dialettale composta tra il 1854 e il 1863.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLa scrittura che pensa. Saggismo, letteratura, vita
Pagine88-98
Numero di pagine11
Stato di pubblicazionePublished - 2016

Serie di pubblicazioni

NomeLE BANDIERE

Cita questo