Riflessione 1ª

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Definire la modernità sembra che sia un’operazione complessa,anche perché molteplici sono le modernità e perché tutte le nostreazioni procedono, quasi sempre, in maniera non lineare; noncostituiscono necessariamente premessa per qualche cosa; e sipotranno comprendere - le modernità e ciò che sono le lorointerferenze reciproche - con l’aiuto degli storici, quando nonsaranno più in atto o manterranno, al più, qualche ricaduta in unpresente che dovrà venire.il tentativo che possiamo fare per cercare di comprendere lo statodelle cose è quello forse di trovare qualche legame di connessionefra generazioni vicine o contigue. Potrebbe servire per chiarire unasequenza, per leggere anche le continuità e gli strappi che sonopure i caratteri della modernità, potrebbe servire per appuntarel’attenzione sull’inattualità come presa di distanza dal presentedell’architettura dell’autoreferenzialità.ogni progetto senza fondamento teorico
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteNote sulla didattica del progetto
Pagine50-53
Numero di pagine4
Stato di pubblicazionePublished - 2008

Cita questo

Cuccia, G. (2008). Riflessione 1ª. In Note sulla didattica del progetto (pagg. 50-53)