Rifare città: oltre l’apparenza

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

La percezione di una nuova e più complessa eterogeneità dei fruitori dello spazio urbano (esito anche di migrazioni intercontinentali) e il riconoscimento dell'abitante quale attore primario della città sta modificando il punto di vista dell'urbanistica. Gli schemi di conservazione, di regolazione, di difesa, spesso nominalistica, di standard di servizi passano in secondo piano rispetto all'urgenza di ridefinire o riscoprire forme fisiche, regole di convivenza e pratiche d'uso degli spazi urbani e delle risorse territoriali.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLa formazione dei manager per la città dei diversi,
Pagine127-133
Stato di pubblicazionePublished - 2005

Cita questo