Ridere è una cosa seria. Come non si possono apprendere le cose serie senza conoscere il loro contrario

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

L'analisi della trattazione ciceroniana sul ridicolo (Cic. de oratore II, 216-285) vuole descrivere le coordinate generali di una proposta didattica in cui la rilevanza culturale del testo latino emerge dall'intreccio della logica della sintassi e della logica del contenuto. Nel corpus testuale analizzato si mette in rilievo la dipendenza del ridicolo da meccanismi pragmatici che regolano l'atto della comunicazione e la sua stretta connessione con i codici socioculturali e linguistici della comunità che lo esprime.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteAA.VV., Nuove chiavi per insegnare il classico
Pagine494-516
Numero di pagine22
Stato di pubblicazionePublished - 2008

Cita questo