Riappropriarsi dei propri spazi: l’arte partecipativa di JR

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il mondo intero può essere una smisurata galleria d’arte e tutti i suoi abitanti possono essereartefici e fruitori dell’azione artistica con l’obiettivo di riprendere possesso dei luoghi dove sisvolge quotidianamente la loro esistenza: operare per le strade del mondo, soprattutto delcosiddetto terzo mondo, nelle banlieus, sui muri di divisione, nelle favelas, negli slums coinvolgendodirettamente i loro abitanti, sforzandosi di conoscerli e migliorare le loro condizioni di vitaattraverso l’arte è l’obiettivo primario dell’arte del photograffeur JR (http://www.jr-art.net). L’ideaalla base di tutti i suoi progetti è semplice: solo gli abitanti di un luogo possono riprenderepossesso dello spazio in cui vivono e dar senso a luoghi troppo spesso divenuti inospitali erefrattari a ogni possibilità di proficua esperienza.Il contributo si propone di analizzare e contestualizzare le azioni di JR volte a ricostruire ilrapporto tra abitanti e loro luoghi di vita attraverso una nuova presa di coscienza dellepotenzialità di un’azione artistica collettiva.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteConvocare esperienze, immagini, narrazioni. Dare senso al paesaggio, vol. 2
Pagine219-230
Numero di pagine12
Stato di pubblicazionePublished - 2016

Cita questo

Crescimanno, E. (2016). Riappropriarsi dei propri spazi: l’arte partecipativa di JR. In Convocare esperienze, immagini, narrazioni. Dare senso al paesaggio, vol. 2 (pagg. 219-230)