Responsabilità dello spacciatore per la morte del tossicodipendente: le Sezioni Unite optano per la colpa in concreto

Risultato della ricerca: Article

Abstract

Il lavoro sottopone ad analisi critica il ricorso al criterio dell'agente ragionevole proposto dalle sezioni unite della cassazione per diagnosticare la presenza della colpa in concreto nelle attività illecite
Lingua originaleItalian
Numero di pagine25
RivistaIL FORO ITALIANO
Volume2009
Stato di pubblicazionePublished - 2009

Cita questo