Recensione a M. Caffiero, Battesimi forzati

Risultato della ricerca: Other contribution

Abstract

La recensione si prefigge di ripercorrere il filo della narrazione di Marina Caffiero, che pone con forza il difficile problema della continuità e delle radici storiche dell'antisemitismo. Battesimi forzati rappresenta lo sforzo dell’autrice di rendere dettagliatamente e sulla scorta di una vasta ricerca di archivio – resa possibile peraltro dalla recente apertura di alcune fonti del Sant’Uffizio – la realtà di un particolare versante dell’antiebraismo romano, quello della pratica conversionistica, così presente dal Cinquecento all’Ottocento inoltrato e centrale nella definizione della relazione della Chiesa con la minoranza ebraica.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2005

Cita questo

Recensione a M. Caffiero, Battesimi forzati. / Cusumano, Nicola.

2005, .

Risultato della ricerca: Other contribution

@misc{9b17ada1ab584f578b1ddf2bfe2f38ef,
title = "Recensione a M. Caffiero, Battesimi forzati",
abstract = "La recensione si prefigge di ripercorrere il filo della narrazione di Marina Caffiero, che pone con forza il difficile problema della continuit{\`a} e delle radici storiche dell'antisemitismo. Battesimi forzati rappresenta lo sforzo dell’autrice di rendere dettagliatamente e sulla scorta di una vasta ricerca di archivio – resa possibile peraltro dalla recente apertura di alcune fonti del Sant’Uffizio – la realt{\`a} di un particolare versante dell’antiebraismo romano, quello della pratica conversionistica, cos{\`i} presente dal Cinquecento all’Ottocento inoltrato e centrale nella definizione della relazione della Chiesa con la minoranza ebraica.",
keywords = "Roma; antigiudismo cattolico; battesimi forzati;",
author = "Nicola Cusumano",
year = "2005",
language = "Italian",
type = "Other",

}

TY - GEN

T1 - Recensione a M. Caffiero, Battesimi forzati

AU - Cusumano, Nicola

PY - 2005

Y1 - 2005

N2 - La recensione si prefigge di ripercorrere il filo della narrazione di Marina Caffiero, che pone con forza il difficile problema della continuità e delle radici storiche dell'antisemitismo. Battesimi forzati rappresenta lo sforzo dell’autrice di rendere dettagliatamente e sulla scorta di una vasta ricerca di archivio – resa possibile peraltro dalla recente apertura di alcune fonti del Sant’Uffizio – la realtà di un particolare versante dell’antiebraismo romano, quello della pratica conversionistica, così presente dal Cinquecento all’Ottocento inoltrato e centrale nella definizione della relazione della Chiesa con la minoranza ebraica.

AB - La recensione si prefigge di ripercorrere il filo della narrazione di Marina Caffiero, che pone con forza il difficile problema della continuità e delle radici storiche dell'antisemitismo. Battesimi forzati rappresenta lo sforzo dell’autrice di rendere dettagliatamente e sulla scorta di una vasta ricerca di archivio – resa possibile peraltro dalla recente apertura di alcune fonti del Sant’Uffizio – la realtà di un particolare versante dell’antiebraismo romano, quello della pratica conversionistica, così presente dal Cinquecento all’Ottocento inoltrato e centrale nella definizione della relazione della Chiesa con la minoranza ebraica.

KW - Roma; antigiudismo cattolico; battesimi forzati;

UR - http://hdl.handle.net/10447/57273

M3 - Other contribution

ER -