Prospettiva solida: il caso della Cattedrale di Palermo

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il panorama culturale architettonico ed artistico del capoluogo siciliano, ècosì ricco sia in termini di qualità che di varietà, da offrire sempre nuovispunti di ricerca, interpretazione, elaborazione e rivisitazione. In particolarmodo, per quanto concerne gli elementi scultorei e pittorici in cui sono presentiesempi di prospettiva solida, come teatrini, formelle, volte con finteprospettive, quadraturismo, tromp-oeil, ed altro ancora, vi è, sul territorio,una tale quantità e varietà di applicazioni che il loro studio meriterebbeun’attenzione a parte.In seno a questa ricerca su scala Nazionale, considerate le non adeguateforze lavoro a disposizione, è in corso la catalogazione degli esemplari esistenti.Di questi, sarà possibile studiare soltanto alcuni casi, i più significativi,nell’ottica da un lato di definirne le tipologie, le tecniche utilizzate,le maestranze, le committenze, gli autori; dall’altro di individuare unametodologia innovativa di studio per una corretta e rapida ricostruzionegeometrica e, laddove serve, una ricostruzione delle parti andate perdutenel tempo. La scelta dei casi più significativi risente, ovviamente, dellaricercatezza e della bellezza intrinseca dell’opera, della sua collocazioneall’interno di una produzione a pioggia sul territorio (autori che hanno realizzatomolte opere, che sono stati molto indagati dagli storici, ecc) e dallareperibilità dell’opera stessa (possibilità di accesso, permessi concessi,altezze compatibili con le strumentazioni, ecc).In questa prima fase, la nostra attenzione si è concentrata sulla cattedraledi Palermo, da sempre, oggetto di studi e di approfondimenti da parte distorici, archeologhi, studiosi dell’arte, appassionati di luoghi sacri, ecc.Le sue incredibili stratificazioni hanno reso questo monumento uno straordinariopalinsesto di eccezionale valore scientifico sempre in divenire.E se, sotto il profilo architettonico, sono stati condotti numerosi studi ricostruttiviin cui i modelli virtuali fotorealistici ripropongono le fattezze delpassato a confronto con quelle attuali, sotto il profilo artistico- scultoreo,finora, sono state condotte analisi di tipo storico interpretativo ma non sonostati eseguiti rilievi finalizzati ad una modellazione e restituzione prospet6Laura Inzerillo,Cettina Santagati U.O. Cosenzatica delle diverse opere in prospettiva solida in essa presenti. Pertanto,considerata la massiccia presenza di esemplari significativi e le possibilitàsia in termini di accesso che di altezza delle opere stesse, questo luogo(monumento) è stato scelto come sito di intervento per la nostra ricerca.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospitePROPSETTIVE ARCHITETTONICHE: CONSERVAZIONE DIGITALE, DIVULGAZIONE E STUDIO.
Pagine115-133
Numero di pagine19
Stato di pubblicazionePublished - 2014

Cita questo