Proposte per il risparmio energetico negli edifici pubblici: Edificio 16 di Parco D'Orleans

Risultato della ricerca: Other

Abstract

Obiettivo dello studio è di valutare le condizioni microclimatiche all’interno di alcuni ambienti di un edificioscolastico esistente e di elaborare una proposta di soluzioni per la riqualificazione energetica dell’edificio. Laricerca riguarda l’edificio della Facoltà di Biologia dell’Università di Palermo, il cui progetto è stato sviluppatodal gruppo Vittorio Gregotti & Associati nella prima metà degli anni ‘70. L’attenzione è concentrata sull’analisidelle condizioni microclimatiche e sulla riduzione dei consumi energetici del Dipartimento di Biologia Cellulare edello Sviluppo. Si è proceduto ad una classificazione degli ambienti occupati, al fine di individuare ed indagarequattro tipologie di ambienti campione. L’analisi dell’edificio è stato attuata anche mediante un monitoraggioeffettuato nel maggio 2009. È stato inoltre effettuato il rilievo termografico dell’edificio di cui è stata prodotta unaschedatura di sintesi. Lo scopo del monitoraggio è quello di valutare le condizioni ambientali in cui gli utentisvolgono quotidianamente la propria attività e quindi di individuare le condizioni di criticità riguardanti lecondizioni visive e termoigrometriche. La raccolta dei dati si è concentrata sulle caratteristiche dell’ambienteinterno,dell’involucro edilizio e dei sistemi HVAC, di cui si sono stimati i consumi mensili partendo dall’analisidelle bollette elettriche degli ultimi tre anni. È stato costruito e tarato un modello verosimile dell’edificio,utilizzando l’interfaccia grafica di Energy Plus, Design Builder. L’ultima fase di questa ricerca fornisce alcunesoluzioni di riqualificazione energetica dell’edificio, considerate le problematiche riscontrate dal raffronto tra idati acquisiti durante il monitoraggio degli ambienti e i dati simulati. L’analisi dei risultati delle simulazionidinamiche, ha consentito la valutazione dell’effettivo risparmio energetico ottenuto da ogni tipologia di intervento.Ogni soluzione presenta, in termini energetici, risultati differenti considerata la tipologia di intervento. Èdimostrato che soprattutto negli edifici pubblici alcuni aspetti risultino legati dalle loro condizioni assaidispendiose e poco coerenti. Uno tra questi, qui riscontrato, è il mancato controllo dell’illuminazione artificialepredisposta secondo un profilo occupazionale importante, non corrispondente alle condizioni reali. Si puòsintetizzare che un intervento composito, ma di semplice attuazione come quello riguardante la sostituzione degliinfissi con vetri chiari, unitamente al controllo continuo dell’illuminazione artificiale riduce i consumi totali del44.9 %, ed in particolare i consumi dell’illuminazione di circa il 78%.
Lingua originaleItalian
Numero di pagine261
Stato di pubblicazionePublished - 2010

Cita questo