Profili critici dello strumento dei Piani energetici regionali: l’esperienza della Regione Siciliana

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Dopo che il Tar Sicilia aveva dichiarato l’illegittimità di numerose disposizioni del P.E.A.R.S., è stata emanata, nelle more della definizione del giudizio di appello, la legge regionale 12 maggio 2010, n. 11. Secondo i giudici del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, l’effetto della normativa regionale medio tempore entrata in vigore è la sostanziale legificazione delle linee guida al P.E.A.R.S., che comporta la conseguente impraticabilità del sindacato di legittimità amministrativa nei confronti di un atto normativo primario. Pertanto, il Supremo Consesso amministrativo ha sospeso il proprio giudizio e ha rimesso alla Corte costituzionale la questione di legittimità costituzionale dell’art. 105 della legge n. 11 del 2010, in relazione al “recepimento” di talune disposizioni contenute nelle linee guida al P.E.A.R.S..
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)241-261
Numero di pagine21
RivistaRASSEGNA AMMINISTRATIVA SICILIANA
VolumeRASSEGNA AMMINISTRATIVA SICILIANA
Stato di pubblicazionePublished - 2012

Cita questo