PREVALENZA DI IPERTROFIA VENTRICOLARE SINISTRANELL’IPERTENSIONE ARTERIOSA: RIVALUTAZIONE CONI NUOVI CUT-OFF

Giulio Geraci, Emilio Nardi, Giuseppe Mule', Francesco D'Ignoto, Massimiliano Morreale

Risultato della ricerca: Other

Abstract

Nelle linee guida 2013 ESH/ESC per il trattamento dell’ipertensionearteriosa si consiglia di utilizzare come cut-off per l’ipertrofia ventricolaresinistra (LVH) valutata con ecocardiografia, 95 g/m2 per il sesso femminilee 110 g/m2 per il sesso maschile e spessore parietale relativo (RWT) 0,42per differenziare la forma concentrica dalla forma eccentrica. Tali cut-offsono diversi da quelli suggeriti nella versione precedente delle lineeguida (110 g/m2 per il sesso femminile, 125 g/m2 per il sesso maschile e0.45 per RWT). Scopo del presente studio è di valutare se tale variazioneabbia determinato variazioni di rilievo nella valutazione della prevalenzadi LVH nei pazienti ipertesi. A tal fine abbiamo valutato la prevalenza diLVH in una popolazione di 480 pazienti con ipertensione arteriosaessenziale (M/F 258/232) con un’età media di 56±10 anni.Utilizzando i cut-off delle linee guida 2013 la prevalenza di LVH era parial 40.6% rispetto al 26.2% ottenuto con i cut-off precedenti; nel sessofemminile era pari al 40.1% (vs 22%) e nel sesso maschile era pari al 39.5%(vs 29.1%). La forma concentrica era presente nel 64% dei pazienti conLVH (vs 66%).I dati ottenuti evidenziano un notevole incremento della prevalenza diLVH in pazienti con ipertensione arteriosa essenziale utilizzando i cut-offsuggeriti nelle ultime linee guida, senza sostanziali variazioni tra le formeconcentriche ed eccentriche. Queste variazioni hanno una ricadutaimportante nella stratificazione del rischio cardiovascolare del pazienteiperteso.
Lingua originaleItalian
Pagine162-162
Numero di pagine1
Stato di pubblicazionePublished - 2014

Cita questo