Prescrizione del reato, vizio di motivazione e rinvio al giudice civile: quali implicazioni sul favor innocentiae?

Risultato della ricerca: Article

Abstract

Le Sezioni unite optano per il trasferimento dell’azione civile nella sua sede naturale nel caso di mancanza di motiva- zione sulle statuizioni civili da parte della corte d’appello che, ex art. 578 c.p.p., dichiara il reato prescritto. L’Autrice, dopo avere messo in luce alcune incongruenze del percorso seguito dai giudici di legittimità, individua più di una ragione che avrebbe dovuto indurre la Corte a concludere diversamente.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)41-50
Numero di pagine10
RivistaPROCESSO PENALE E GIUSTIZIA
Stato di pubblicazionePublished - 2014

Cita questo