Percezione della necessità di svolgere tirocini formativi in ambito internazionale (International Health Electives) tra i medici in formazione specialistica dell’Università degli Studi di Palermo.

Risultato della ricerca: Otherpeer review

Abstract

IntroduzioneNell’attuale scenario mondiale, ricevere una formazione in saluteglobale (global health) e poter intraprendere una esperienza formativa in ambito internazionale (International Health Elective, IHE) rappresentanovalidi strumenti per migliorare il percorso educativo della futura classemedica. Pochi studi hanno valutato l’impatto che una IHE può esercitarenei confronti dei medici in formazione specialistica. Considerato che inItalia è stato riscontrato un interesse crescente nei confronti degli IHE, loscopo dello studio è stato quello di analizzare i dati relativi alla percezionedella necessità di svolgere esperienze formative internazionali in uncampione di medici in formazione specialistica dell’Università degli Studi di Palermo.Materiali e MetodiE’ stato realizzato un questionario, strutturato in diverse sezioni, che èstato somministrato ai medici in formazione specialistica dell’Universitàdegli Studi di Palermo che si sono recati, nel periodo tra Marzo ed Ottobre2011, per la visita annuale presso l’ambulatorio del Medico Competentedell’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “Paolo Giaccone”.RisultatiIl Su 918 medici in formazione specialistica, 414 hanno completato econsegnato il questionario (45.1%). Il 63.8% (n=264) dei medici intervistatiha manifestato la volontà di recarsi in un paese straniero per un periodo diformazione professionale. La principale ragione riportata per motivare larisposta è stata quella di avere migliori prospettive di crescitaprofessionale. I medici in formazione specialistica maggiormente disposti asvolgere una IHE sono stati gli intervistati con meno di 29 anni (p <0.01),che appartengono al nuovo ordinamento didattico (p 0.02), entrato in vigore con Decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e dellaRicerca sul Riassetto delle scuole di specializzazione di area sanitariadall’Anno Accademico 2008/09, e che frequentano una scuola dispecializzazione di pertinenza chirurgica (p= 0.0001). Una valutazionenegativa sulla qualità della formazione è significativamente associata allescuole di specializzazione del settore chirurgico (p= 0.002).Discussione e ConclusioniI medici in formazione specialistica considerano le IHE uno strumentoper migliorare la loro formazione in ambito specialistico e per ampliare leloro prospettive professionali in uno scenario caratterizzato da una tragicaincertezza lavorativa. I futuri chirurghi italiani sono maggiormentepredisposti a compiere una IHE e questo è probabilmente correlatoall’insoddisfazione per la formazione impartita dalla loro scuola dispecializzazione. Considerando la competizione che si instaurerà tramedici specialisti trai i diversi paesi dell’Unione Europea (UE), i governieuropei dovrebbero migliorare le strategie educative in modo da garantirestandard qualitativi paragonabili tra i vari Paesi membri dell’UE.
Lingua originaleItalian
Pagine156-157
Numero di pagine2
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Cita questo