PAROLE MIGRANTI TRA ORIENTE E OCCIDENTE

Risultato della ricerca: Book

Abstract

L’immagine che oggi il Mediterraneo offre èlungi dall’essere rassicurante. Ai nostri giorni sipuò dire che le sue opposte rive non abbiano incomune che le loro insoddisfazioni. E semprepiù si percepisce questo mare come spazio diattraversamenti intollerati. Percepire il Mediterraneopartendo dal suo passato rimane tuttaviaun’abitudine tenace, e a volte viene dapensare che la retrospettiva prevalga sulla prospettiva.La retrospettiva è però irrinunciabile,oggi più che mai. E lo è nel momento in cui larealizzazione di una convivenza in seno ai territorimultietnici, là dove si incrociano e si mescolanoculture, religioni, lingue diverse, conoscesotto i nostri occhi uno smacco crudele.Con questa nuova Collana, il Centro di studi filologicie linguistici siciliani conferma la specialeattenzione per la Scuola, alla quale vuoleoffrire agili strumenti di approfondimento sugliaspetti più diversi della storia linguistica dellaSicilia e della cultura dialettale.La pubblicazione di questo primo testo, nelquale si ricostruiscono succintamente molteplicipercorsi di parole e di cose tra Oriente eOccidente, si colloca ancora una volta nel contestomediterraneo, oggi tragicamente sconvoltoda migrazioni di donne, uomini, bambini,ma anche arricchito dall’incontro di lingue e diculture. Questo volumetto vuole essere perciòun contributo a una migliore comprensione diquanto – oggi come ieri – accade intorno a noi.
Lingua originaleItalian
EditoreCentro di studi filologici e linguistici siciliani
Numero di pagine64
ISBN (stampa)978-88-96312-80-3
Stato di pubblicazionePublished - 2015

Cita questo