Palermo e la guerra (1940-43)

Risultato della ricerca: Article

Abstract

Gli anni della seconda guerra mondiale in Sicilia sono al centro di numerosi studi. La questione però è stata quasi sempre affrontata a partire dalla cesura fondamentale dello sbarco alleato del luglio 1943. é invece poco indagato – se si esclude il tema dei bombardamenti − il periodo della guerra fascista, cruciale per comprendere le ragioni del crollo del fronte interno nel 1943. Il saggio si propone allora di inquadrare i temi e i problemi che emergono tra il 1940 e il 1943. Punto d’osservazione privilegiato sarà Palermo. La città, periferia della nazione fascista in guerra, fu infatti, in un crescendo che raggiunse il culmine nella primavera del ’43, una tra le città italiane maggiormente investite dall’urto della guerra totale. Tenendo conto dei diversi attori e nodi interpretativi che la mobilitazione bellica chiama in causa, si indagheranno il vissuto della popolazione e il ruolo del regime, dei suoi apparati e della classe dirigente che lo rappresentava nella congiuntura bellica, focalizzandosi in particolare sulle scelte operate a livello centrale e locale, e sulle risorse messe in campo dalle istituzioni locali per far fronte alla crisi.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)34-59
Numero di pagine26
RivistaITALIA CONTEMPORANEA
Volume286 - aprile 2018
Stato di pubblicazionePublished - 2018

Cita questo

Patti, M. (2018). Palermo e la guerra (1940-43). ITALIA CONTEMPORANEA, 286 - aprile 2018, 34-59.

Palermo e la guerra (1940-43). / Patti, Manoela.

In: ITALIA CONTEMPORANEA, Vol. 286 - aprile 2018, 2018, pag. 34-59.

Risultato della ricerca: Article

Patti, M 2018, 'Palermo e la guerra (1940-43)', ITALIA CONTEMPORANEA, vol. 286 - aprile 2018, pagg. 34-59.
Patti, Manoela. / Palermo e la guerra (1940-43). In: ITALIA CONTEMPORANEA. 2018 ; Vol. 286 - aprile 2018. pagg. 34-59.
@article{be1216bb2bdc4ab6bff41f3fd9e1ccbd,
title = "Palermo e la guerra (1940-43)",
abstract = "Gli anni della seconda guerra mondiale in Sicilia sono al centro di numerosi studi. La questione per{\`o} {\`e} stata quasi sempre affrontata a partire dalla cesura fondamentale dello sbarco alleato del luglio 1943. {\'e} invece poco indagato – se si esclude il tema dei bombardamenti − il periodo della guerra fascista, cruciale per comprendere le ragioni del crollo del fronte interno nel 1943. Il saggio si propone allora di inquadrare i temi e i problemi che emergono tra il 1940 e il 1943. Punto d’osservazione privilegiato sar{\`a} Palermo. La citt{\`a}, periferia della nazione fascista in guerra, fu infatti, in un crescendo che raggiunse il culmine nella primavera del ’43, una tra le citt{\`a} italiane maggiormente investite dall’urto della guerra totale. Tenendo conto dei diversi attori e nodi interpretativi che la mobilitazione bellica chiama in causa, si indagheranno il vissuto della popolazione e il ruolo del regime, dei suoi apparati e della classe dirigente che lo rappresentava nella congiuntura bellica, focalizzandosi in particolare sulle scelte operate a livello centrale e locale, e sulle risorse messe in campo dalle istituzioni locali per far fronte alla crisi.",
author = "Manoela Patti",
year = "2018",
language = "Italian",
volume = "286 - aprile 2018",
pages = "34--59",
journal = "ITALIA CONTEMPORANEA",
issn = "0392-1077",

}

TY - JOUR

T1 - Palermo e la guerra (1940-43)

AU - Patti, Manoela

PY - 2018

Y1 - 2018

N2 - Gli anni della seconda guerra mondiale in Sicilia sono al centro di numerosi studi. La questione però è stata quasi sempre affrontata a partire dalla cesura fondamentale dello sbarco alleato del luglio 1943. é invece poco indagato – se si esclude il tema dei bombardamenti − il periodo della guerra fascista, cruciale per comprendere le ragioni del crollo del fronte interno nel 1943. Il saggio si propone allora di inquadrare i temi e i problemi che emergono tra il 1940 e il 1943. Punto d’osservazione privilegiato sarà Palermo. La città, periferia della nazione fascista in guerra, fu infatti, in un crescendo che raggiunse il culmine nella primavera del ’43, una tra le città italiane maggiormente investite dall’urto della guerra totale. Tenendo conto dei diversi attori e nodi interpretativi che la mobilitazione bellica chiama in causa, si indagheranno il vissuto della popolazione e il ruolo del regime, dei suoi apparati e della classe dirigente che lo rappresentava nella congiuntura bellica, focalizzandosi in particolare sulle scelte operate a livello centrale e locale, e sulle risorse messe in campo dalle istituzioni locali per far fronte alla crisi.

AB - Gli anni della seconda guerra mondiale in Sicilia sono al centro di numerosi studi. La questione però è stata quasi sempre affrontata a partire dalla cesura fondamentale dello sbarco alleato del luglio 1943. é invece poco indagato – se si esclude il tema dei bombardamenti − il periodo della guerra fascista, cruciale per comprendere le ragioni del crollo del fronte interno nel 1943. Il saggio si propone allora di inquadrare i temi e i problemi che emergono tra il 1940 e il 1943. Punto d’osservazione privilegiato sarà Palermo. La città, periferia della nazione fascista in guerra, fu infatti, in un crescendo che raggiunse il culmine nella primavera del ’43, una tra le città italiane maggiormente investite dall’urto della guerra totale. Tenendo conto dei diversi attori e nodi interpretativi che la mobilitazione bellica chiama in causa, si indagheranno il vissuto della popolazione e il ruolo del regime, dei suoi apparati e della classe dirigente che lo rappresentava nella congiuntura bellica, focalizzandosi in particolare sulle scelte operate a livello centrale e locale, e sulle risorse messe in campo dalle istituzioni locali per far fronte alla crisi.

UR - http://hdl.handle.net/10447/286020

M3 - Article

VL - 286 - aprile 2018

SP - 34

EP - 59

JO - ITALIA CONTEMPORANEA

JF - ITALIA CONTEMPORANEA

SN - 0392-1077

ER -