Osservazioni sulla pretesa esistenza di una 'legis actio per manus iniectionem' in relazione al 'furtum manifestum'

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Si mette in discussione l'idea corrente in storiografia secondo cui in età arcaica si sarebbe potuto agire con 'legis actio per manus iniectionem' nei confronti del fur manifestus pubere e di condizione libera. Sulla base di un riesame critico dei passi su cui questa convinzione tradizionalmente si fonda si segnalano le anomalie che tale pretesa applicazione della legis actio avrebbe avuto rispetto alle altre che sono testimoniate con sicurezza dalle fonti di cui si dispone.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)349-380
Numero di pagine32
RivistaANNALI DEL SEMINARIO GIURIDICO
VolumeLI
Stato di pubblicazionePublished - 2006

Cita questo