Ospitare l'avversario. L'ospite ai confini della ragione

Risultato della ricerca: Other

Abstract

La lunga storia del pensiero occidentale trae la sua origine dalla capacità - propria della poesia di Omero e della storia di Erodoto - di concepire "alla stessa stregua l'amico e il nemico, il successo e la sconfitta" (Arendt). Questo conferma non solo l'antica potenza aristotelica di un logos capace dei contrari, ma anche il fatto che la capacità critico-dialettica della ragione nasce proprio dal suo sapere "ospitare l'avversario".
Lingua originaleItalian
Pagine51-71
Numero di pagine22
Stato di pubblicazionePublished - 2010

Cita questo