Nuove configurazioni del vetromattone. Simulazioni dinamiche per la valutazionedelle prestazioni ottiche e termiche

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Il vetromattone, se convenientemente “modificato”, può possedere valori di trasmittanza termica sufficientemente bassi da divenire “ammissibili” in tutte le zone climatiche d’Italia, in relazionealla legislazione vigente in tema di rendimento energetico degli edifici. Anche le prestazioni ottiche, misurate mediante i valori del fattore solare e della trasmissione luminosa del visibile, possonoessere opportunamente diversificate per soddisfare specifici requisiti derivabili da differenti applicazioni in varie tipologie di edifici.Nell’articolo viene mostrato come è possibile ottenere questi risultati adottando una speciale“cintura termica” ed inserendo nell’intercapedine del vetromattone lastre di vario materiale, opportunamente concepite al fine di ridurre gli effetti della convezione, senza sacrificareeccessivamente le prestazioni ottiche dell’elemento.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)5-14
Numero di pagine10
RivistaRIVISTA DELLA STAZIONE SPERIMENTALE DEL VETRO
Volume41
Stato di pubblicazionePublished - 2011

Cita questo