NODO DI CONNESSIONE PER STRUTTURE EDILIZIE RETICOLARI METALLICHE TRIDIMENSIONALI

Simona Colajanni (Inventor), Maurizio Papia (Inventor), Antonio De Vecchi (Inventor), Silvia Sammataro (Inventor)

Risultato della ricerca: Patent

Abstract

Il brevetto fa riferimento al campo delle strutture reticolari, ovvero a quelle aggregazioni edilizie modulari di elementi costruttivi simili, fabbricati in serie, costituite da una pluralità di aste rettilinee disposte a formare un reticolo tridimensionale, adottate in edilizia per coperture a grande luce. In particolare, l’invenzione riguarda un perfezionamento dei nodi di connessione di queste strutture attraverso la realizzazione di una cerniera, nel nodo dove convergono le aste. Il sistema di collegamento brevettato permette di eseguire aggiustamenti dell’asta per compensare eventuali tolleranze e la sostituzione di una o più aste senza coinvolgere le altre che convergono nello stesso nodo, in modo da sostituire le aste eventualmente danneggiate.Il sistema rispetto alla maggior parte di quelli esistenti, consente una economia di produzione potendo realizzare anche il nodo sferico in serie “a magazzino”. Il numero di fori presenti nel nodo e la possibile inclinazione delle aste, permette una notevole flessibilità per la realizzazione dei più diffusi schemi di assemblaggio.L’elemento tecnico può essere prodotto industrialmente, così come avviene per casi analoghi, ed anzi l’inserimento in un ciclo di produzione ne abbasserebbe, ovviamente, i relativi costi di realizzazione.
Lingua originaleUndefined/Unknown
Stato di pubblicazionePublished - 2004

Cita questo

@misc{9a04057d1e92413895fbb4f145dc845d,
title = "NODO DI CONNESSIONE PER STRUTTURE EDILIZIE RETICOLARI METALLICHE TRIDIMENSIONALI",
abstract = "Il brevetto fa riferimento al campo delle strutture reticolari, ovvero a quelle aggregazioni edilizie modulari di elementi costruttivi simili, fabbricati in serie, costituite da una pluralit{\`a} di aste rettilinee disposte a formare un reticolo tridimensionale, adottate in edilizia per coperture a grande luce. In particolare, l’invenzione riguarda un perfezionamento dei nodi di connessione di queste strutture attraverso la realizzazione di una cerniera, nel nodo dove convergono le aste. Il sistema di collegamento brevettato permette di eseguire aggiustamenti dell’asta per compensare eventuali tolleranze e la sostituzione di una o pi{\`u} aste senza coinvolgere le altre che convergono nello stesso nodo, in modo da sostituire le aste eventualmente danneggiate.Il sistema rispetto alla maggior parte di quelli esistenti, consente una economia di produzione potendo realizzare anche il nodo sferico in serie “a magazzino”. Il numero di fori presenti nel nodo e la possibile inclinazione delle aste, permette una notevole flessibilit{\`a} per la realizzazione dei pi{\`u} diffusi schemi di assemblaggio.L’elemento tecnico pu{\`o} essere prodotto industrialmente, cos{\`i} come avviene per casi analoghi, ed anzi l’inserimento in un ciclo di produzione ne abbasserebbe, ovviamente, i relativi costi di realizzazione.",
author = "Simona Colajanni and Maurizio Papia and {De Vecchi}, Antonio and Silvia Sammataro",
year = "2004",
language = "Undefined/Unknown",
type = "Patent",

}

TY - PAT

T1 - NODO DI CONNESSIONE PER STRUTTURE EDILIZIE RETICOLARI METALLICHE TRIDIMENSIONALI

AU - Colajanni, Simona

AU - Papia, Maurizio

AU - De Vecchi, Antonio

AU - Sammataro, Silvia

PY - 2004

Y1 - 2004

N2 - Il brevetto fa riferimento al campo delle strutture reticolari, ovvero a quelle aggregazioni edilizie modulari di elementi costruttivi simili, fabbricati in serie, costituite da una pluralità di aste rettilinee disposte a formare un reticolo tridimensionale, adottate in edilizia per coperture a grande luce. In particolare, l’invenzione riguarda un perfezionamento dei nodi di connessione di queste strutture attraverso la realizzazione di una cerniera, nel nodo dove convergono le aste. Il sistema di collegamento brevettato permette di eseguire aggiustamenti dell’asta per compensare eventuali tolleranze e la sostituzione di una o più aste senza coinvolgere le altre che convergono nello stesso nodo, in modo da sostituire le aste eventualmente danneggiate.Il sistema rispetto alla maggior parte di quelli esistenti, consente una economia di produzione potendo realizzare anche il nodo sferico in serie “a magazzino”. Il numero di fori presenti nel nodo e la possibile inclinazione delle aste, permette una notevole flessibilità per la realizzazione dei più diffusi schemi di assemblaggio.L’elemento tecnico può essere prodotto industrialmente, così come avviene per casi analoghi, ed anzi l’inserimento in un ciclo di produzione ne abbasserebbe, ovviamente, i relativi costi di realizzazione.

AB - Il brevetto fa riferimento al campo delle strutture reticolari, ovvero a quelle aggregazioni edilizie modulari di elementi costruttivi simili, fabbricati in serie, costituite da una pluralità di aste rettilinee disposte a formare un reticolo tridimensionale, adottate in edilizia per coperture a grande luce. In particolare, l’invenzione riguarda un perfezionamento dei nodi di connessione di queste strutture attraverso la realizzazione di una cerniera, nel nodo dove convergono le aste. Il sistema di collegamento brevettato permette di eseguire aggiustamenti dell’asta per compensare eventuali tolleranze e la sostituzione di una o più aste senza coinvolgere le altre che convergono nello stesso nodo, in modo da sostituire le aste eventualmente danneggiate.Il sistema rispetto alla maggior parte di quelli esistenti, consente una economia di produzione potendo realizzare anche il nodo sferico in serie “a magazzino”. Il numero di fori presenti nel nodo e la possibile inclinazione delle aste, permette una notevole flessibilità per la realizzazione dei più diffusi schemi di assemblaggio.L’elemento tecnico può essere prodotto industrialmente, così come avviene per casi analoghi, ed anzi l’inserimento in un ciclo di produzione ne abbasserebbe, ovviamente, i relativi costi di realizzazione.

UR - http://hdl.handle.net/10447/22700

M3 - Patent

ER -