Morte inaspettata da aortite di Takayasu associata a stenosi ostiale coronarica

Risultato della ricerca: Other contribution

Abstract

La diagnosi differenziale nelle vasculiti è spesso impegnativa per le frequenti similitudini morfologiche che diverse sindromi vasculitiche esprimono quando l’organo bersaglio è il cuore. I quadri anatomo-clinici sono sempre meno specifici quanto più le lesioni sono confinate esclusivamente all’albero coronarico con manifestazioni extracardiache assenti o pressochè silenti. Sulla base di dette premesse gli autori riportano, per l’interesse di una eventuale casistica, un caso di decesso improvviso di donna di anni 43, intervenuto, a distanza di 28 giorni dalla comparsa dei primi sintomi, durante l’espletamento di test ergometrico con esecuzione del warm-up. La successiva indagine necroscopica ha consentito di rilevare la sussistenza di un processo di aortite granulomatosa, e più in particolare di stenosi ostiale coronarica e severo coinvolgimento dei vasi coronarici, compatibile con il quadro patologico della malattia di Takayasu.
Lingua originaleItalian
Numero di pagine1
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Cita questo