Migrazioni in Sicilia. Nuovi arrivi in provincia di Palermo

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Attraverso l'analisi dei dati statitistici più recenti è possibile dimostrareche in Sicilia sono presentiinteressanti processi di stabilizzazionedella presenza straniera.Tuttavia non va sottaciuto, né dimenticato- come si tende a fare daparte di politici, studiosi, con pocheeccezioni, e mezzi di comunicazione- che la mobilità umana verso lanostra isola, alla ricerca di lavoroe migliori condizioni di vita o cometerra di passaggio, da oltre un decennioconosce il volto peggioredelle politiche migratorie dentro alprocesso di globalizzazione.La Sicilia è infatti divenuta unavera e propria frontiera nellaguerra che il capitalismo globale ela cosiddetta fortezza Europa combattonocontro i migranti. La Sicilia appare quasi un paradigmadi questi processi, datoche è caratterizzata da un ampiadiffusione dell’economia informalee del lavoro irregolare o sommerso,che favorisce naturalmente l’inserimentodella forza lavoro migrante- anche non regolare, irregolareo clandestina - in condizionedi precarietà e flessibilità. In virtù di tali processi la Siciliaappare frontiera del Mediterraneoe frontiera che disciplina laforza lavoro immigrata, confermandola tendenza italiana allasegmentazione ed etnicizzazionedel mercato del lavoro, in modofunzionale ad alcune dinamichedella globalizzazione, contribuendoal razzismo necessario allosfruttamento dei migranti.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteSe affonda l'utopia
Pagine5-15
Numero di pagine11
Stato di pubblicazionePublished - 2012

Serie di pubblicazioni

NomeNuova Busambra, n. 2,

Cita questo

Pirrone, M. A. (2012). Migrazioni in Sicilia. Nuovi arrivi in provincia di Palermo. In Se affonda l'utopia (pagg. 5-15). (Nuova Busambra, n. 2,).