Migranti, diritti umani e democrazia. Dalla conoscenza all'integrazione

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il multiculturalismo sembra essere, oramai, una condizione accertata,data l’alta incidenza di vari gruppi etnici che insistono su uno stesso territorio, ma siamo ancora lontani dal poter parlare di“multiculturalismo reale”. Ma se è in atto il processo di meticciato culturale, è pur vero che si registrano ancora oggi, sacche di resistenza, quando non addirittura di rifiuto, degli immigrati, con manifestazioni di xenofobia e di vero e proprio “razzismo”, sia a livello politico che da parte della societàaccogliente. Tramite la conoscenza è possibile acquisire queglistrumenti che, lungi dall’essere proprietà esclusiva degli operatorisocio–culturali, favoriscono un ridimensionamento della distanza tra individui diversi per cultura o per caratteristiche morfologiche. Dalla conoscenza si può passare alla comprensione. Riuscire a riassumere la diversità nella essenza dell’umanitàè possibile. Di conseguenza, la solidarietà, intesa come la tendenzadegli individui di una comunità ad unirsi e cooperare costituisce il primo livello di integrazione tra individui.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteMobilità umane e nuove geografie migranti
Pagine35-53
Numero di pagine19
Stato di pubblicazionePublished - 2014

Serie di pubblicazioni

NomeSviluppo della persona ed esercizio dei diritti umani. Sezione di migrazione e diritti umani

Cita questo